La scenografia è l’isoletta di Ludwig II di Baviera. Tutt’intorno ci sono le maxilibera della Centomiglia. Su «Raffica» di Luca Valerio e Cesare Pasotti capeggia la scritta «Lago di Garda».

“Vela evento” il Garda protagonista con Raffica

14/06/2000 in Sport
Di Luca Delpozzo

La scenografia è l’isoletta di Ludwig II di Baviera. Tutt’intorno ci sono le maxilibera della Centomiglia. Su «Raffica» di Luca Valerio e Cesare Pasotti capeggia la scritta «Lago di Garda». È il logo del marchio di qualità che la Comunità del Garda propone nelle sue iniziative promozionali. Sulla carena di «Raffica» sembra portare bene. Lo scafo vince due regate nella prima tappa di «Vela evento», il circuito europeo che gli armatori di queste barche hanno deciso di promuovere su tutti i laghi di Austria, Germania, Svizzera e, naturalmente, Italia. Sul Chiemsee si è corso nel ponte di Pentecoste. Per i bavaresi è la prima grande festa della loro estate. «Raffica» vince nella prima prova notturna e nella 1000 miglia di questo lago. Le altre due regate sono di «Principessa», la nuova carena del neozelandese Bruce Farr, costruita a Gargnano dai Patucelli. L’equipaggio è tedesco. L’armatore è l’austriaco Joschi Enter. È l’ultima arrivata nel gruppo. Già si presenta come una delle favorite alle vittorie più importanti. Da non sottovalutare è «Gardazzurra-Zetaline», la gloriosa «Dimore» detentrice con 6 ore e 5 minuti del primato nella Centomiglia del Benaco, affidata a quell’Oscar Tonoli che di queste regate ne ha vinte addirittura cinque. È il Garda che si promuove grazie alla vela, ai suoi skipper, ai suoi costruttori. Dopo il Chiemsee toccherà al lago di Costanza, il più europeo dei bacini, le sue rive che toccano Austria, Germania e Svizzera. Dopo Costanza verranno le acque di casa. A fine luglio la flotta di «Vela evento» sarà a Malcesine. Ad agosto toccherà al «ridotto» del Golfo di Salò e la gloriosa sigla della Canottieri Garda. Dal 27 agosto al 3 settembre ecco la 100 Week, il trofeo Gorla, la 50ª Centomiglia con il traguardo del trofeo conte Bettoni, mezzo secolo che, non casualmente, cade nel 2000. La fase finale si vivrà a Desenzano a metà settembre. La Fraglia, simbolo della promozione giovanile, si legherà alle «macchine volanti», emblema di questa vela spettacolare che tutto il mondo ci invidia. (s. pell.)

s.pell.

Commenti

commenti