Lugana al via, da fine mese anche Valtènesi e Garda Classico.

Vendemmia in ritardo nel basso Garda

Parole chiave:
Di Redazione

La vendem­mia parte in ritar­do sul Bas­so Gar­da. Col­pa delle piogge che han­no pos­tic­i­pa­to la mat­u­razione dell’uva a inizio estate. Per i viti­coltori, che sper­a­no il sole con­tinui a splen­dere anche nei prossi­mi giorni, il lavoro è slit­ta­to di almeno dieci gior­nate. Da poco la rac­col­ta è par­ti­ta nelle terre del Lugana, men­tre per fine mese dovrebbe com­in­cia­re anche la vendem­mia del Valtè­ne­si e Gar­da Clas­si­co.

Il sole dei giorni scor­si ha aiu­ta­to. Le quan­tità, infor­ma il Con­sorzio Lugana, saran­no in lin­ea con l’anno pas­sato, ovvero sui dieci mil­ioni di bot­tiglie di Lugana, un sem­pre più apprez­za­to dal mer­ca­to sia estero che ital­iano. Se il tem­po con­tin­uerà a man­ten­er­si bel­lo, sarà una buona vendem­mia, si prevede. Le vigne del Grop­pel­lo sono più scariche di uva rispet­to alle altre, ma qual­i­ta­ti­va­mente sono di buona qual­ità. Non res­ta che augu­rare agli addet­ti buon lavoro.

Parole chiave: