-5 Giugno 2005 - Castello Scaligero Malcesine

VENDEMMIANDO IN CASTELLO4

14/04/2005 in Attualità
Parole chiave: - -
Di Luca Delpozzo

Che la non si svol­ga in giug­no si sa, ma in questo caso, Vendem­mian­do in Castel­lo sta ad indi­care che per la pri­ma vol­ta, le più impor­tan­ti denom­i­nazioni DOCG e DOC ital­iane si daran­no appun­ta­men­to il 4 e 5 giug­no al Castel­lo Scaligero di Mal­ce­sine per incon­trare il pub­bli­co ital­iano e straniero.L’evento, ideato dall’Amministrazione Comu­nale di Mal­ce­sine e orga­niz­za­to dall’Istituzione Mal­ce­sine Più, nasce dal­la volon­tà di avvic­inare i gran­di vini ital­iani al consumatore.Una final­ità sem­plice ma, se pen­si­amo, del tut­to orig­i­nale. Dopo migli­a­ia di man­i­fes­tazioni e degus­tazioni ris­er­vate a pochi “addet­ti ai lavori”, che spes­so trascu­ra­no il vero des­ti­natario del lavoro delle aziende, il con­suma­tore, i pro­dut­tori di alcu­ni fra i migliori vini d’Italia han­no chiesto final­mente un even­to riv­olto al pub­bli­co, trop­po spes­so trascu­ra­to dai “gran­di del ”. Nasce così Vendem­mian­do in Castel­lo, man­i­fes­tazione che aprirà al vis­i­ta­tore l’intero panora­ma eno­logi­co ital­iano. In ogni sala del castel­lo, infat­ti, una regione vitivini­co­la pre­sen­terà i migliori vini del ter­ri­to­rio. Nel bic­chiere quin­di i vis­i­ta­tori potran­no degustare dal Baro­lo al Bar­baresco, dall’ al Brunel­lo di Mon­tal­ci­no fino ai Super Tus­can per arrivare alle bol­licine; Pros­ec­co doc, Fran­ci­a­cor­ta e Tren­to doc in tes­ta. Ben ottan­ta pro­dut­tori incon­tr­eran­no per­sonal­mente i vis­i­ta­tori per pre­sentare le pro­prie etichette più famose.Le gior­nate del 4 e 5 giug­no ver­ran­no poi ani­mate con le degus­tazioni dei di Mal­ce­sine come l’Olio Extravergine Dop, carat­ter­iz­za­to dal­la bassis­si­ma acid­ità e dal sapore frut­ta­to, pre­sen­ta­to dal fran­toio su invi­tan­ti bruschette, la Polen­ta Car­bon­era, spe­cial­ità garde­sana, oppure i for­mag­gi del Monte , in fase di riconosci­men­to Dop.Vendemmiando in Castel­lo sarà quin­di un tri­on­fo dei sapori, ma anche un’occasione tur­is­ti­ca per conoscere una delle local­ità garde­sane più inter­es­san­ti ma meno conosciute. Ad ospitare l’evento sarà infat­ti la cit­tad­i­na di Mal­ce­sine, ritenu­ta la “Per­la del ”, fino ad oggi “meta di nic­chia” ma carat­ter­iz­za­ta da molte risorse pae­sag­gis­tiche e cul­tur­ali. Mal­ce­sine quin­di offre al vis­i­ta­tore molte moti­vazioni di visi­ta, sia in estate che in inverno.Partiamo cer­ta­mente dal­la sede di Vendem­mian­do in Castel­lo, il Castel­lo Scaligero, che pog­gia le pro­prie fon­da­men­ta sui resti del­la for­ti­fi­cazione lon­go­b­ar­da del­la metà del pri­mo mil­len­nio. Dopo numerosi pas­sag­gi di pro­pri­età, fra il 1277 ed il 1378 passò sot­to la dom­i­nazione dei Del­la Scala, cui si deve il nome. Oltre a numerosi per­son­ag­gi del­la sto­ria e dell’arte, il Castel­lo ospitò Goethe in occa­sione del suo Viag­gio in Italia. Pres­so il Castel­lo è oggi vis­itabile il di Sto­ria Nat­u­rale e del Gar­da. Oltre a offrire molte risorse artis­tiche, Mal­ce­sine si tro­va ai pie­di del Monte Bal­do, che rag­giunge l’altitudine di cir­ca 700–800 mt. slm. Qui si trovano numerose e rare specie flo­re­ali, stu­di­ate sin dal ‘700, ed ancor oggi il Monte Bal­do è chiam­a­to Il Gia­rdi­no d’Europa. A Mal­ce­sine, quin­di, i vis­i­ta­tori pos­sono scegliere una salutare passeg­gia­ta sul Monte Bal­do, rag­giun­gi­bile con l’unica funi­via cir­co­lare d’Italia, oppure optare per una rilas­sante sies­ta sul­la spon­da del lago, un’avventurosa escur­sione in bar­ca o una passeg­gia­ta in bici­clet­ta. Non ulti­mo, Mal­ce­sine offre al vis­i­ta­tore la pos­si­bil­ità di conoscere il rino­ma­to Olio Extravergine d’Oliva Dop di Mal­ce­sine, gra­zie ad una visi­ta al fran­toio che ogni anno molisce le olive dei numerosi uliveti che rica­mano il territorio.

Parole chiave: - -