Nel castello inizia la festa con danze e piatti medievali ricordando Carlo Magno

Venerdì 26 agosto

Di Luca Delpozzo
Enrico Dugoni

La con­tra­da Mon­te­castel­lo in stret­ta col­lab­o­razione con il grup­po 1001, di Padenghe, guida­to da Gian­pietro Mora, di recente cos­ti­tuzione, che si pro­pone di sovrin­ten­dereer­si cura dell’antico castel­lo; orga­niz­za ven­erdì 26 con inizio alle ore 20, una ser­a­ta a carat­tere medio­e­vale, che si svolge fuori le mura del mag­nifi­co castel­lo. In caso di mal­tem­po la man­i­fes­tazione ver­rà ripro­pos­ta domeni­ca 28. L’iniziativa nom­i­na­ta «Fes­ta in castel­lo, alla corte di Car­lo… Mag­no». Un tito­lo iron­i­co che è tut­to un pro­gram­ma, per­ché per i buongus­tai dal pala­to fine, sarà in piena attiv­ità uno stand gas­tro­nom­i­co, con piat­ti tipi­ci medio­e­vali e apparte­nen­ti alla tradizione garde­sana, che le dame di corte e del­la con­tra­da pre­par­eran­no sapi­en­te­mente per sod­dis­fare ogni gus­to. La ser­a­ta sarà alli­eta­ta da musiche e bal­let­ti medievali. Pror­prio sot­to la podestà di Car­lo Mag­no, lo spie­gano gli stori­ci, ebbe inizio la cos­ti­tuzione del bel­lis­si­mo castel­lo di Padenghe. «Quin­di è un moti­vo in più — dice Mora a nome del grup­po orga­niz­za­tore, che ha volu­to chia­mar­si 1001 dall’anno in cui sarebbe par­ti­ta la costruzione del maniero garde­sano -, per ricor­dare questo famoso Imper­a­tore e trascor­rere una lieta ser­a­ta in questo stu­pen­do luo­go panoram­i­co che tan­to affasci­na ogni vis­i­ta­tore. Ques­ta pri­ma edi­zione di Car­lo… Mag­no, vuole essere una fes­ta social­iz­zante e di aggregazione, per incon­trare ami­ci, conoscen­ti, tur­isti. Il nos­tro inten­to è quel­lo di ren­dere così vivo e atti­vo questo ritrovar­si nell’antico maniero, con appun­ta­men­ti cul­tur­ali, di tradizione, di fol­clore; l’importante è comunicare».