Pietra & Co. e Progetto Utopia

Verso il centenario di GAC, Guglielmo Achille Cavellini

31/01/2014 in Attualità
Di Luigi Del Pozzo

Da Pietra&CO. ci si aspet­ta sem­pre un’opera che campeg­gi con la sua fisic­ità nel ter­ri­to­rio. Con la com­plic­ità di PROGETTOUTOPIA abbi­amo in questi anni deroga­to spes­so da ques­ta con­dizione riv­ol­gen­do­ci ad un’opera a cui si gira attorno che non c’è, ovvero non se ne vede la for­ma ben­sì la sostan­za. Quest’anno quest’aspetto viene rad­i­cal­iz­za­to ancor di più. Un poco per­ché ci avvi­amo a cel­e­brare qual­cosa e la cel­e­brazione sta nel­la mente e nel cuore e poco tra le mani, ed anche per­ché ci sen­ti­amo sem­pre più attrat­ti dalle illu­sioni del pen­siero che dai prag­ma­tis­mi esteti­ci. Met­ti­amo quin­di in cam­po un lab­o­ra­to­rio con­dot­to da PROGETTOUTOPIA che ci accom­pa­g­n­erà fino all’11 set­tem­bre 2014, data in cui lo work in progress ideato da per cel­e­brare il suo cen­te­nario avrà la sua sca­den­za. Lab­o­ra­to­rio che oltre a mostrare innescherà parte­ci­pazione, scam­bio e pul­sioni cre­ative. Un work in progress con inter­ven­ti, per­for­mance, attiv­ità relazion­ali ed altre immag­i­ni ed inter­ven­ti che si susseguiran­no fino all’atto finale del­la cel­e­brazione.