Il giallo? A qualcuno piace in tavola Dal 14 maggio la cena è con delitto

Via alla seconda parte del tour enogastronomico

04/05/2006 in Attualità
A Affi
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
mi.va.

A grande richi­es­ta repli­cano i «Bri­v­i­di in provin­cia». Le cene con delit­to a segui­to di «A qual­cuno piace gial­lo» han­no avu­to un suc­ces­so che nè gli orga­niz­za­tori del fes­ti­val bres­ciano del­la let­ter­atu­ra poliziesca, nè i ris­tora­tori si aspet­ta­vano. Tan­ti pare siano rimasti fuori per man­can­za di posti, e allo­ra si repli­ca. I «Bri­v­i­di» a tavola fan­no bene a tut­ti, ai ris­tora­tori che han­no modo di far conoscere la cuci­na nos­trana di alto liv­el­lo, al fes­ti­val poliziesco che tra una cosa e l’altra finisce per restare sul­la rib­al­ta provin­ciale per gran parte dell’anno. Si parte domeni­ca 14 mag­gio, quan­do «Bri­v­i­di 2» por­ta nel pri­mo dei 10 ris­toran­ti spar­si tra la Bas­sa, la Fran­ci­a­cor­ta, la Val­le­ca­mon­i­ca e per la pri­ma vol­ta pure la Val­trompia. La metà sono vet­erani. Quel­li di Ceto, Lumez­zane, Calvisano, Cologne e Invi­no esor­dis­cono. Ma atten­zione, per non restar fuori bisogna far presto. Le preno­tazioni si rac­col­go­no all’Arthob (tel. 030.3731544) La for­mu­la è vin­cente, dunque non cam­bia di una vir­go­la, e vede sem­pre in cam­po la com­pag­nia milanese Delit­ti & Delit­ti. E poichè i «Bri­v­i­di» nascono da una cos­to­la del fes­ti­val poliziesco, anche la serie due con­tin­ua con l’omaggio ad Agatha Christie. Del­la «regi­na del gial­lo» saran­no le trame che gli ani­ma­tori pro­por­ran­no coin­vol­gen­do i com­men­sali nei ruoli più dis­parati. In mar­zo, tra il diver­ti­men­to gen­erale è cap­i­ta­to persi­no che qual­cuno imper­sonasse lenzuo­la stese al ven­to. Solo, si cercherà di non tirar trop­po tar­di alla sera. L’accoglienza com­in­cia alle 20 con l’aperitivo, e si chi­ud­erà intorno alle 23.30 o mez­zan­otte. L’animazione dura un paio d’ore al mas­si­mo, a seguire le pre­mi­azioni. Il tavo­lo che indov­ina l’assassino viene pre­mi­a­to con un pran­zo alla milanese «Mai­son España» del­la com­pag­nia, e pre­mi sono pre­visti pure per gli attori più bril­lan­ti. La repli­ca è pro­mossa sem­pre dal Bro­let­to con gli asses­sori Mas­si­mo Gelmi­ni (Cul­tura) e Ric­car­do Mini­ni (Tur­is­mo), ed è idea­ta e orga­niz­za­ta dalle quat­tro «sig­nore in gial­lo» Mag­da Biglia, Car­la Boroni, Mile­na Mon­e­ta e Sonia Man­go­ni. Ieri han­no pre­sen­ta­to l’evento insieme a Gelmi­ni, al pres­i­dente di Arthob Beppe Dat­toli e di Rosa Camu­na Mau­ro Mon­di­ni, entram­bi entu­si­asti del binomio che lega la let­ter­atu­ra poliziesca con l’enogastronomia bres­ciana, entram­bi pron­ti a con­tin­uare una col­lab­o­razione capace di val­oriz­zare i gusti del­la provin­cia bres­ciana, anche nel­la «ver­sione Christie».

Parole chiave: