La proposta dalla sponda veronese al Prefetto di Brescia

«Via i camiondal Basso Garda»

08/11/2007 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

Non è più immi­nente l’inizio dei lavori nel ter­ri­to­rio di Peschiera del trac­cia­to di tan­gen­ziale che, col­le­gan­dosi a quel­lo del­la Roviz­za di Sirmione ormai in fase con­clu­si­va, dovrebbe con­vogliare il traf­fi­co fuori dal cen­tro abi­ta­to del­la cit­tad­i­na veronese.A questo pun­to si fa pesante, sec­on­do il sin­da­co di Peschiera, Umber­to Chin­car­i­ni, la situ­azione del­la tra Lugana di Sirmione e San Benedet­to. E lan­cia la sua pro­pos­ta: «Per la prossi­ma sta­gione esti­va rite­ni­amo nec­es­sario che i mezzi pesan­ti deb­bano per­cor­rere l’autostrada A4 e non attra­ver­sare gli abi­tati di Sirmione, la sua frazione di Lugana e la nos­tra San Benedet­to: chieder­e­mo al Prefet­to di Bres­cia un suo inter­ven­to per vietare il traf­fi­co ai Tir, for­ti anche del­la col­lab­o­razione e sen­si­bil­ità dei comu­ni di Sirmione e Desenzano».Insomma, la tan­gen­ziale veronese è in ritar­do, tan­to che l’inizio dei lavori, pre­ven­ti­vati entro la pri­mav­era prossi­ma, slit­ter­an­no invece alla fine del 2008: un anno anco­ra di pas­sione per gli abi­tan­ti dei pae­si riv­ieraschi del bas­so Garda.Si trat­ta del trac­cia­to che dovrebbe con­giunger­si a quel­lo già in via di ulti­mazione che dal­la Roviz­za si innes­ta sul­la vec­chia statale 11, opera che sia la Provin­cia di Bres­cia che il comune di Sirmione han­no por­ta­to avan­ti sen­za ecces­sive lun­gag­gi­ni e intop­pi, anche se del­la tan­gen­ziale Ponte S. Mar­co-Peschiera del Gar­da si par­la ormai dal 1989. Purtrop­po, quan­do si trat­ta di lavori da eseguire in tan­dem, è dif­fi­cile met­tere d’accordo ammin­is­trazioni pub­bliche diverse fra loro sia nelle deci­sioni che nel­la tempistica.Per il sin­da­co di Sirmione, Mau­r­izio Fer­rari, invece non è il caso di dram­ma­tiz­zare, anche se è con­corde nel cer­care di «risol­vere il prob­le­ma uni­tari­a­mente». Non una chiusura insom­ma. ma l’idea del dol­le­ga veronese non sem­bra entu­si­as­mare il pri­mo cit­tadi­no di Sirmione.Tuttavia infat­ti, come osser­va Fer­rari, «il traf­fi­co non muterà, per­ché il ter­ri­to­rio di Peschiera si tro­va nel­la stes­sa con­dizione di oggi; vietare il traf­fi­co dei mezzi pesan­ti sul­la statale? A parte che è com­pe­ten­za del Prefet­to, ma occor­rerà con­sultare le asso­ci­azioni degli auto­trasporta­tori: non cre­do comunque che un camion­ista, per “risparmi­are” pochi euro, esca dal casel­lo di Sirmione per rimet­ter­si sul­la regionale 11 per una man­ci­a­ta di km».Frattanto, la soci­età Serenis­si­ma ha for­ni­to alcu­ni dati sig­ni­fica­tivi. In giug­no dal casel­lo di Sirmione sono entrati 117 mila auto e 30 mila camion, usci­ti 122 mila auto e 26 mila camion. Un bel cari­co inquinante.

Parole chiave:

Commenti

commenti