Una quarantina di studenti delle scuole superiori. Sette i Comuni che hanno aderito, presentazione a Desenzano

Viaggio della memoria sui luoghi della Shoah

11/03/2006 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Sara Mauroner

Sette Comu­ni insieme per non dimen­ti­care una delle pagine più tragiche del­la sto­ria del sec­o­lo scor­so. 39 stu­den­ti delle scuole supe­ri­ori res­i­den­ti a Desen­zano, Sirmione, Maz­zano, Cal­ci­na­to, Poz­zolen­go, Bedi­z­zole e Padenghe par­ti­ran­no il prossi­mo 20 mar­zo per il viag­gio del­la memo­ria. Nel cor­so di cinque giorni i ragazzi vis­it­er­an­no il carcere del­lo Spiel­berg a Brno in un momen­to di conoscen­za sul­la depor­tazione polit­i­ca nelle regioni sot­tomesse all’impero aus­tro-ungari­co e Auschwitz-Birke­nau-Monowitz come rif­les­sione sul­la Shoah, la depor­tazione e l’internamento politi­co, reli­gioso e razz­iale, nel ter­zo Reich. Si trat­ta di un’iniziativa orga­niz­za­ta dagli asses­so­rati alla Cul­tura dei sette Comu­ni bres­ciani che han­no accolto l’invito dell’Anei — Asso­ci­azione ital­iana ex inter­nati per real­iz­zare, attra­ver­so questo viag­gio, con la final­ità di riann­odare i fili del­la memo­ria, fon­dan­do il per­cor­so su una metodolo­gia che prevede l’e­mo­tiv­ità come ele­men­to pro­pe­deu­ti­co alla conoscen­za degli alfa­beti del­la Shoah. «Ref­er­en­ti pri­or­i­tari del prog­et­to sono i gio­vani – han­no spie­ga­to gli orga­niz­za­tori — a loro è affida­to il com­pi­to di far crescere, con­sol­i­dare e trasmet­tere il val­ore del­la memo­ria stor­i­ca, come ele­men­to cos­ti­tu­ti­vo del­la loro iden­tità per­son­ale e col­let­ti­va. A loro si chiederà di incon­trar­si, dialog­a­re, lavo­rare e viag­gia­re. Non altro». «Una cul­tura di pace – ha aggiun­to l’assessore alla Cul­tura di Desen­zano, Maria Vit­to­ria Papa – non si costru­isce in astrat­to ma a par­tire da momen­ti di for­mazione, stu­dio, ricer­ca, espe­rien­ze for­ti che trac­ciano val­ori negli ado­les­cen­ti». Il viag­gio stu­dio, che si ter­rà dal 20 al 25 mar­zo, è sta­to pre­ce­du­to da un pri­mo incon­tro, il 7 mar­zo dal tito­lo «Conoscere e con­ser­vare la memo­ria stor­i­ca. Dal­lo Spiel­ber­bg ad Auschwitz/Bierkenau — l’alfabeto del­la Shoah». Un sec­on­do «Viag­gia­re per conoscere l’Europa. Viag­gia­re per conoscere e riconoscer­si, notizie utili per viag­gia­tori curiosi e per viag­gia­re al meglio» sarà giovedì 16 mar­zo alle 14.30 sem­pre all’auditorium Celesti. Seguen­do questo filone, il Comune di Desen­zano pro­pone agli stu­den­ti degli isti­tu­ti supe­ri­ori del­la cit­tà i lab­o­ra­tori di sto­ria nel cor­so dei quali sarà svolto un lavoro di ricer­ca doc­u­men­tale sulle fonti orig­i­nali, riv­olto in par­ti­co­lare a val­oriz­zare gli aspet­ti del­la sto­ria locale. Il tema, già avvi­a­to nel 2005, sarà quel­lo del colo­nial­is­mo Ital­iano. L’ultimo appun­ta­men­to sarà quel­lo con l’esposizione fotografi­ca sul teol­o­go Diet­rich Bon­ho­ef­fer che inizierà il 18 aprile al liceo Bagatta.