Viaggio on the road sul Lago di Garda: cosa non perdere 

09/07/2019 in Attualità
Iscriviti al nostro canale
Di Redazione

Il lago di Gar­da è sen­za dub­bio una delle mete più belle in Italia e non solo. A dimostrar­lo non soltan­to le sue bellezze pae­sag­gis­tiche e architet­toniche, ma anche i tur­isti di tut­to il mon­do che ogni anno assal­go­no la zona, ben nota anche per i suoi sport acquati­ci come surf, vela e moltissi­mi altri.

Il sog­no del viag­gio on the road in questi luoghi è real­iz­z­abile, bas­ta soltan­to seg­nare nell’itinerario alcu­ni luoghi imperdi­bili da vis­itare asso­lu­ta­mente. Per far­lo, il mez­zo più utile è sicu­ra­mente l’auto che per­me­tte di muover­si sen­za prob­le­mi e sen­za orari.

Molti tur­isti per la vacan­za on the road preferiscono optare per l’auto a noleg­gio in modo da risparmi­are e da non essere costret­ti a met­ter­si alla gui­da del­la pro­pria auto che des­ta sem­pre un po’ di stress fuori dal­la vita quo­tid­i­ana dove è nec­es­saria. Per avere chiaro di cosa sti­amo par­lan­do è utile con­sultare lo stu­dio di Lili­go.

C’è da dire che il lago di Gar­da si pres­ta meglio di altri luoghi a essere scop­er­to in auto, per non perder­si le tappe nec­es­sarie. Quali sono? Da non perdere Sirmione, Lazise, Desen­zano, Salò.

In ognuno di questi luoghi l’auto sarà preziosa, in par­ti­co­lare se viag­giamo con la famiglia e con un po’ di bagagli con noi.

I dati del noleg­gio in vacan­za

L’auto a noleg­gio sul Lago di Gar­da, segue un trend che negli ulti­mi anni sta diven­tan­do davvero molto forte, in par­ti­co­lare per i viag­gi on the road.

I dati del noleg­gio in vacan­za in Italia sono molto pre­cisi. A preferir­lo non sono soltan­to i tur­isti stranieri, ma anche quel­li ital­iani che la vedono come una soluzione ide­ale per risparmi­are e per vivere sen­za stress la pro­pria vacan­za.

Pre­cisa­mente, sec­on­do recen­ti stu­di di set­tore ad affittare un’auto in vacan­za è il 41% degli ital­iani. Tra gli stranieri il 15% del totale è rap­p­re­sen­ta­to dai rus­si, il 7% dagli statu­niten­si, il 6% dai brasil­iani e il 5% dai bri­tan­ni­ci.

Per scegliere l’auto ide­ale bas­ta con­sultare realtà come il motore di ricer­ca per il noleg­gio auto Lili­go.

Le tappe indis­pens­abili

Il lago di Gar­da meri­ta di essere scop­er­to tut­to nel­la sua bellez­za, ma ci sono alcune tappe che non pos­sono non essere seg­nate nell’itinerario del tur­ista.

- Sirmione. Curioso l’ingresso in paese dal ponte lev­a­toi. In cen­tro è vieta­to intro­durre l’auto, quin­di sarà nec­es­sario las­cia­r­la nell’apposita area parcheg­gi. Da vedere qui sicu­ra­mente ci sono il cen­tro stori­co, la Roc­ca Scalig­era e la grot­ta di Cat­ul­lo.

- Desen­zano. Poco dis­tante da Sirmione e cit­tà più grande del Lago. È con­sid­er­a­ta un po’ la cap­i­tale del diver­ti­men­to, del­la movi­da, in par­ti­co­lare per la pre­sen­za di molti locali. Tra le tappe obbli­ga­to­rie ci sono il suo sug­ges­ti­vo cen­tro stori­co, il castel­lo e le spi­agge.

- Lazise. Colpisce la sua strut­tura medievale e le antiche mura che anco­ra resistono e che lo ren­dono un gioiel­lo ital­iano. Da non perdere ci sono il por­tic­ci­o­lo con la sua torre cam­pa­naria, il castel­lo, le spi­agge e il cen­tro stori­co nel suo insieme.

- Salò. Cit­tad­i­na che si pro­pone come una per­fet­ta meta per passeg­gia­re lun­go lago che è il suo pun­to di forza. Vis­i­tar­lo durante l’ora del tra­mon­to può regalare emozioni impaga­bili. Oltre a questo, da non perdere: il Vit­to­ri­ale con i suoi gia­r­di­ni e la casa museo di Gabriele D’Annunzio, il museo di Salò e il cen­tro stori­co che pre­sen­ta scor­ci uni­ci.

 

 

 

Commenti

commenti