Al giro di boa il favorito triestino su Alfa Romeo, in coppia con il figlio, è al comando con un vantaggio importante.
Alle sue spalle Aghem-Conti poi un terzetto argentino.
Il primo bresciano è Ferrari, settimo Ma sorprende ancora Valseriati: l’avv

Viaro in testa, da Roma ritorno per il «bis».
Ha già trionfato nel 2007

17/05/2008 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Daniele Bonetti

Luciano Viaro è principe di Roma. Con la sua Alfa Romeo cercherà di ripetere lo stra­or­di­nario ven­erdì per diventare re a Bres­cia del­la . Dopo una gior­na­ta inten­sa, dopo prove spe­ciali lunghe, corte, in sali­ta e in disce­sa, il pilota tri­esti­no ha fat­to vedere di essere uno dei top dri­ver del­la cat­e­go­ria decol­lan­do in clas­si­fi­ca anche gra­zie ad un coef­fi­ciente (1,75) che pre­mia in modo deci­si­vo o qua­si il suo equipaggio.Il dominio di Luciano Viaro è inizia­to sin dalle prime ore del mat­ti­no: las­ci­a­ta Fer­rara in terza posizione alle spalle di Aghem, Viaro in cop­pia con il figlio ha infi­la­to una serie impres­sio­n­ante di prove spe­ciali sca­lan­do clas­si­fi­ca e duel­lan­do a lun­go con l’equipaggio Aghem-Con­ti che ha chiu­so la sec­on­da tap­pa al sec­on­do pos­to stac­ca­to di 700 pun­ti dal capoc­las­si­fi­ca. Un dis­tac­co impor­tante ma non incolma­bile nel­la gior­na­ta di oggi che vedrà i con­cor­ren­ti provare a sfi­dare i cronometri sul lago di Bolse­na, a Radi­co­fani ma anche in Toscana dove nor­mal­mente si decide la corsa.SE VIARO è il grande favorito la clas­si­fi­ca è comunque cor­ta: alle spalle del tri­esti­no, Aghem è anco­ra in cor­sa per il suc­ces­so così come il terzet­to argenti­no che occu­pa la terza, quar­ta e quin­ta posizione: Scalise-Clara­munt, Sanchez-Bar­ton e al quin­to pos­to, con la loro Bugat­ti, la cop­pia Sielec­ki-Her­vas, grande favoriti del­la vig­ilia indi­cati dal­lo stes­so Viaro come gli uomi­ni da battere.Per vedere il pri­mo dei bres­ciani bisogna scen­dere al set­ti­mo pos­to: Fer­rari, che Canè ave­va indi­ca­to come il più in for­ma, veleg­gia in ses­ta posizione e se non cam­bierà pas­so nell’ultima gior­na­ta, che soli­ta­mente lo vede perdere qualche posizione, dif­fi­cil­mente potrà salire sul podio.SORPRENDENTE invece la prestazione di Valse­riati: ogni anno annun­cia l’ultima parte­ci­pazione invece l’avvocato bres­ciano è sta­to decisa­mente com­pet­i­ti­vo sin dalle prime prove spe­ciali: quin­to dopo la pri­ma tap­pa, otta­vo a Roma dopo esser­si ritrova­to ses­to al ter­mine delle prove di San Mari­no. Tra i bres­ciani in cor­sa per la clas­si­fi­ca gen­erale anche il val­tri­umplino Rober­to Gabur­ri che con a figlia Maria è arriva­to a Roma forte all’undicesimo pos­to che, se man­tenu­to, risul­terebbe il miglior piaz­za­men­to dell’equipaggio bres­ciano dopo tante parte­ci­pazioni. I val­tri­umpli­ni han­no per­so posizioni nelle ultime spe­ciali dopo essere sta­ti sal­da­mente nei pri­mi dieci posti per tut­ta la giornata.A qua­si 3000 pun­ti di dis­tac­co, quat­tordices­i­mo in clas­si­fi­ca, c’è Giu­liano Canè sul­la Fer­rari 340 S appartenu­ta a Vil­lore­si: il bolog­nese, che nelle ultime prove ha ros­ic­chi­a­to 300 pun­ti a Viaro, oggi cercherà l’attacco deci­si­vo nell’ultima tap­pa che soli­ta­mente lo vede pro­tag­o­nista. Il ritar­do accu­mu­la­to però è parec­chio e pare improb­a­bile il suo appro­do in zona podio e già la pre­sen­za nei pri­mi otto potrebbe essere con­sid­er­a­ta come un successo.Non saran­no in clas­si­fi­ca invece Luca Biz­zarri e Pao­lo Kessisoglu: le «Iene» han­no fuso il motore all’arrivo a Roma e han­no dovu­to las­cia­re la cor­sa per la delu­sione dei fan.La carovana arriverà stasera a Bres­cia: in viale Venezia la pri­ma vet­tura è atte­sa per le 22.30 tra il tripu­dio degli appas­sion­ati bres­ciani. Bres­cia Pun­to Tv seguirà l’arrivo min­u­to per min­u­to con Benedet­ta Mora e Ciro Cor­ra­di­ni. Solo in quel momen­to si saprà se Viaro sarà rius­ci­to a repli­care il suc­ces­so dell’anno scorso.

Parole chiave: