I dieci anni dell’Agrigelateria sull’Aia

Parole chiave: -
Di Redazione

L’agrige­la­te­ria sul­l’A­ia ha fes­teggia­to dieci anni di suc­ces­si. Suc­ces­si par­ti­ti da molto lon­tano, come ha sot­to­lin­eato il tito­lare del­l’a­grige­la­te­ria, Rober­to Cav­a­liere. Il prog­et­to era quel­lo di garan­tire una buona tavola ed un buon gus­to nel verde del­la natu­ra che cir­con­da l’a­grige­la­te­ria. L’o­bi­et­ti­vo era quel­lo di giun­gere a stret­to con­tat­to con il con­suma­tore, infat­ti Cav­a­liere ha sot­to­lin­eato come sec­on­do lui ci sia la neces­sità, nel­l’a­gri­coltura mod­er­na, non più di del­e­gare, ma di stare a stret­to con­tat­to con il con­suma­tore. Pro­prio con questo inten­to l’azien­da è pre­sente anche ad 2015.

Dona­ta Pancera, maes­tra gelata­ia ha fat­to un elo­gio dei prodot­ti prove­ni­en­ti dal­l’a­gri­coltura e dal­l’al­l­e­va­men­to che sono a sua dis­po­sizione per preparare i gelati. Ha sot­to­lin­eato come la bon­tà del gela­to dipen­da dal­l’ot­ti­ma qual­ità delle materie prime, ma come sia anche impor­tante il legame con la tradizione: le ricette più impor­tan­ti sono sen­za dub­bio quelle di base, come la cre­ma vaniglia, da qui poi si può par­tire per creare nuovi gusti, come l’ul­ti­ma “inven­zione”: il gela­to ai pisel­li.

Parole chiave: -