Disabilità e agonismo a Peschiera è possibile

27/02/2014 in Nuoto
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Quan­do qualche han­no fa Peschiera del Gar­da volle dotar­si di un nuo­vo cen­tro sporti­vo polifun­zionale pen­sato soprat­tut­to per ospitare per­sone col­pite da una qualche dis­abil­ità, pochi pen­sa­vano che queste per­sone andan­do oltre la sem­plice riabil­i­tazione potessero diventare pro­tag­o­nisti di even­ti sportivi a liv­el­lo ago­nis­ti­co. Tra chi era con­vin­to che tut­to questo sarebbe potu­to suc­cedere c’era Rena­to Sig­norel­li, con­sigliere del­e­ga­to alla sport del comune di Peschiera, il prin­ci­pale sosten­i­tore del polo sporti­vo, soprat­tut­to delle piscine. Sig­norel­li purtrop­po è venu­to a man­care alcu­ni anni fa, ma i semi che piantò sono cresciu­ti bene e pro­prio nelle piscine che adesso por­tano il suo nome si è svolto il 2° Tro­feo cit­tà di Peschiera, gara di nuo­to ago­nis­ti­co ris­er­va­ta ad atleti dis­abili, in par­ti­co­lare a quel­li con deficit cog­ni­tivi.

Durante quest’oc­ca­sione abbi­amo sen­ti­to il sin­da­co di Peschiera del Gar­da che oltre a pre­sen­ziare alle gare di nuo­to ha potu­to anche inau­gu­rare la nuo­va cop­er­tu­ra dei campi da ten­nis adi­a­cen­ti alle piscine.

Parole chiave: