Edizione fortunata: Fiera di Lonato da record

29/01/2018 in Fiere
Iscriviti al nostro canale
Di Luca Delpozzo

Lonato del Garda ha vinto la sfida del salame più grande del mondo, realizzato dai macellai lonatesi capitanati da Stefano Savoldi sotto l’egida del ristoratore Marino Damonti. L’insaccato gigante, di ben 495 kg, è stato preparato in piazza Martiri della libertà al centro della 60ª edizione della Fiera regionale agricola, artigianale e commerciale di Lonato e pesato pubblicamente, battendo il record precedente di 375 kg.
Per realizzare il mega “osso dello stomaco”, Deco lonatese, sono state cucite a mano 80 vesciche di maiale poi riempite di un impasto di carne di maiale (parti magre e grasse), cosparsa di spezie e innaffiata di grappa, il vero segreto del salame lonatese. All’interno sono stati inseriti anche alcuni pezzi di osso dello sterno, la peculiarità da cui deriva il nome del salume: os de stomèch. Il salame da record, rimasto esposto fino alla conclusione della fiera per essere oggetto di foto ricordo nel fine settimana scorso, sarà poi cucinato in un abbondante pranzo benefico a Campagna di Lonato, a favore degli abitanti di Norcia, come già accaduto lo scorso anno. «Ripetiamo anche in questa edizione, l’esperienza di aiutare le popolazioni terremotate del Centro Italia sfruttando una delle nostre eccellenze», conferma il sindaco Roberto Tardani.
La 60ª Fiera di Lonato ha segnato un nuovo successo. Grazie a tre belle giornate di sole i visitatori sono stati più di 30mila (si azzarda tra i 31mila e i 35mila). «Troppa grazia Sant’Antonio – commenta il sindaco – citando il santo ispiratore della manifestazione: abbiamo goduto di un tempo splendido, di un magnifico contesto e della comunità in festa: fare comunità è la cosa più bella».

Commenti

commenti