Il premio Vittoriale a Umberto Veronesi

Di Luca Delpozzo

Quest’anno il tra­di­zio­nale pre­mio che il Vit­to­riale degli Ita­liani attri­bui­sce a chi nel pro­prio cam­po ha dato lus­tro all’Italia è anda­to al cele­bre Onco­logo Umber­to Verone­si.

, Pres­i­dente fon­dazione Vit­to­ri­ale, pri­ma del­la cel­e­brazione del­la pre­mi­azione ha volu­to scam­biare alcune parole con noi, ricor­dan­do che tra poco si aprirà la sta­gione teatrale nel­la vil­la di D’An­nun­zio ed ha annun­ci­a­to l’aper­tu­ra di un set­tore nuo­vo del­la Nave Puglia e del viot­to­lo che parte pro­prio da essa. Il sen­tiero più sug­ges­ti­vo del Vit­to­ri­ale.

Nar­cisa Brass­esco Pace, Prefet­to di Bres­cia ha com­men­ta­to la sua pre­sen­za ai nos­tri micro­foni: “Non avrei potu­to man­care, even­to e pre­mio impor­tante”.

Il pro­fes­sor Umber­to Verone­si, Oncol­o­go, si è mostra­to ai nos­tri micro­foni molto felice di rice­vere questo pre­mio, ci ha rac­con­ta­to di aver accetta­to al volo l’in­vi­to poiché ama il Lago di Gar­da che descrive come un lago imbat­tibile.

Con la sua fon­dazione Verone­si si ded­i­ca prin­ci­pal­mente nel­la ricer­ca su due temi molto impor­tan­ti: per pri­ma cosa curare i malati di tumore, pro­gre­den­do abbas­tan­za bene al 60%, il sec­on­do prob­le­ma è quel­lo di elim­inare la malat­tia non solo di curar­la, far in modo che non si pre­sen­ti più.