Morte improvvisa e screening nelle scuole

Di Luca Delpozzo

Il Lions Club Desen­zano del Gar­da e del­la Riv­iera Host è impeg­na­to da tem­po in un prog­et­to per aiutare gli isti­tu­ti sco­las­ti­ci di Desen­zano nel­la pre­ven­zione del­la morte car­dia­ca improvvisa. Final­mente il prog­et­to ha avu­to il suo pri­mo pas­so con­cre­to con la con­seg­na dei tre kit elet­tro­car­dio­grafi­ci. Il prog­et­to com­in­ciò a pren­dere for­ma durante la pres­i­den­za di Bruno Croveg­lia che nel cor­so del­la nos­tra inter­vista ci ha rac­con­ta­to come nacque l’idea iniziale e come poi si sono svolti i vari pas­si suc­ces­sivi.

I kit in ogget­to sono sta­ti con­seg­nati ai diri­gen­ti di alcu­ni isti­tu­ti sco­las­ti­ci desen­zane­si: Francesca Sub­rizi (IPSCT Bazoli-Polo), Francesco Mulas (Liceo Bagat­ta) e Mat­teo Dal­la Torre (IPPSAR Cate­ri­na De’ Medici).

L’inizia­ti­va è vol­ta soprat­tut­to allo screen­ing pre­ven­ti­vo di patolo­gie car­diache, un sis­tema effi­cace appun­to per pre­venire una delle prin­ci­pale cause di mor­tal­ità tra i ragazzi in età sco­lare, tale screen­ing ver­rà effet­tua­to in con­comi­tan­za con le ore di edu­cazione fisi­ca in orario sco­las­ti­co.