Presentata la 18a edizione del Festival del Garda

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Il diven­ta mag­giorenne e taglia il tra­guar­do dei 18 anni. La man­i­fes­tazione nata da un’idea di Enri­co Bian­chi­ni a metà degli anni novan­ta quan­to, pri­ma dei social media e dei tal­ent show, i gio­vani musicisti cer­ca­vano di far­si conoscere man­dan­do le loro reg­is­trazioni alle emit­ten­ti radio­foniche locali. Pro­prio lavo­ran­do in una di queste emit­ten­ti e aven­do con­tat­to con ques­ta realtà Bian­chi­ni, come ci ricor­da nel­la nos­tra inter­vista, ebbe l’in­tu­izione di trasfor­mare ques­ta pras­si in uno spet­ta­co­lo. Una for­mu­la che pun­ta­va anche ad unire il con un even­to che coin­volgesse le sponde veronese, bres­ciana e trenti­na, la cui impor­tan­za è sta­ta sot­to­lin­ea­ta dal­l’asses­sore alla cul­tura del­la provin­cia di Verona Mar­co Ambrosi­ni. Diciot­to anni dopo lo spet­ta­co­lo con­tin­ua, aggior­na­to nel for­ma, ma non nel­la sostan­za. con­tin­ua

Parole chiave: