VINTAGE: il fascino della moda e le cose del passato

Di Redazione

Tor­na la V edi­zione pri­mav­era-estate del­la mostra mer­ca­to idea­ta dai e ded­i­ca­ta alla moda, agli acces­sori e agli ogget­ti d’epoca. Nell’affascinante cor­nice del­la Vil­la set­te­cen­tesca a Ciliv­erghe di Maz­zano il 5 , 6 e 7 aprile si ripro­pone l’evento più atte­so per gli appas­sion­ati, e non solo, del­la moda e acces­sori e degli ogget­ti d’epoca.

Sot­to il patrocinio di , Provin­cia di Bres­cia, Comune di Maz­zano e Cam­era di Com­mer­cio, negli oltre 800 mq delle rin­no­vate gal­lerie espos­i­tive, selezionati espos­i­tori pre­sen­ter­an­no a collezion­isti, appas­sion­ati e pub­bli­co in gen­erale le tante curiosità del mon­do del­la moda, dell’arte e del Vin­tage: tra di essi fig­u­ra­no i nomi di noti archivi spe­cial­iz­za­ti ital­iani, fonte d’ispirazione per diver­si stilisti con­tem­po­ranei e appas­sion­ati di moda.

Un’occasione uni­ca per acquistare pezzi uni­ci tra abiti, acces­sori, bijoux, lib­ri, occhiali e ogget­ti d’arredo all’interno delle sug­ges­tive sale espos­i­tive, immer­si nel fas­ci­no di ambi­en­ti ele­gan­te­mente strut­turati nei quali non mancherà l’occasione di pot­er­si sof­fer­mare per un brunch o per l’aperitivo per tut­ta la dura­ta del­la manifestazione.

Vintage

Aperte al pub­bli­co le collezioni per­ma­nen­ti dei Musei tra le quali spic­ca pro­prio il Museo del­la Moda e del Cos­tume, nato nel 1995 e cos­ti­tu­ito oggi da più di 5.000 pezzi tra abiti, acces­sori, biancheria inti­ma e da casa, stru­men­ti di lavoro e abbiglia­men­to infan­tile, crono­logi­ca­mente data­bili dal­la metà del Set­te­cen­to fino alla nasci­ta dell’Alta moda nel Nove­cen­to. La Collezione, frut­to di una ricer­ca costante di capi che meglio rap­p­re­senti­no e inter­pretino la sto­ria del­la Moda ital­iana e non solo, dal 2012 sot­to la gui­da di Pierangela Gemignani, vicepres­i­dente e ammin­is­tra­tore del­la Fon­dazione Gia­co­mi­ni Meo Fiorot, accoglie nuovi capi d’Alta Moda tra cui spic­cano le etichette di Capuc­ci, Fen­di, Valenti­no, Sorelle Fontana, Ver­sace, Rober­ta di Cameri­no, Fer­rè, Krizia e Balen­ci­a­ga. L’intento dei Musei è quel­lo di divenire un pun­to di rifer­i­men­to nel set­tore del­la moda pro­po­nen­do il pro­prio archiv­io agli addet­ti ai lavori, agli appas­sion­ati e al pub­bli­co in gen­erale attra­ver­so mostre tem­po­ra­nee, sfi­late a tema ed even­ti speciali.

Durante l’evento ded­i­ca­to al Vin­tage, oltre alle collezioni per­ma­nen­ti dei Musei, sarà pos­si­bile ammi­rare la mostra Il Bot­tone. Arte e Moda a cura di Fran­co Jacas­si (in espo­sizione fino al 20 aprile 2013). Oltre 10.000 bot­toni rap­p­re­sen­ta­tivi dei vari stili ed epoche dal Sec­o­lo XVIII fino agli anni Novan­ta del Nove­cen­to. Il vis­i­ta­tore saprà apprez­zare il bot­tone per la preziosità dei mate­ri­ali, la ricer­catez­za del design e l’espressione di una cre­ativ­ità real­mente arti­gianale lun­go un per­cor­so che parte dalle raf­fi­nate e roman­tiche minia­ture in avo­rio o under­glass del Set­te­cen­to, per arrivare alle preziose lavo­razioni ‘cut steel’, ai ‘pic­ture but­tons’ vit­to­ri­ani in met­al­lo stam­pa­to e alle madreper­le fine­mente cesel­late. E anco­ra, dagli smalti france­si dell’Ottocento e del peri­o­do Lib­er­ty fino ai bot­toni intrec­ciati con fili di seta col­orata, oro e argen­to di Paul Poiret dei pri­mi del Nove­cen­to, alle fol­lie di Elsa Schi­a­par­el­li.

ORARI: ven. dalle 16 alle 22; sab. e dom. dalle 10 alle 21

Email: info@museimazzucchelli.it; promozione@museimazzucchelli.it