Nei prossimi giorni infatti verrà emanata l’ordinanza che sancisce la messa al bando dei motorini mossi da motori a scoppio. Chi vorrà entrare in centro potrà farlo esclusivamente usando motorini elettrici.

Vietati i motori a scoppio

06/06/2000 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
mor.

È deciso. Scat­ta conc­re­ta­mente la pri­ma fase dell’operazione «motori elet­tri­ci» in cen­tro stori­co. Nei prossi­mi giorni infat­ti ver­rà emana­ta l’ordinanza che san­cisce la mes­sa al ban­do dei motori­ni mossi da motori a scop­pio. Chi vor­rà entrare in cen­tro potrà far­lo esclu­si­va­mente usan­do motori­ni elet­tri­ci. L’Amministrazione per agevolare l’accesso al lavoro di quan­ti sono occu­pati in cen­tro in negozi, ris­toran­ti, alberghi, attiv­ità com­mer­ciali attiverà con­tes­tual­mente un servizio di trasporto pub­bli­co uti­liz­zan­do il famoso treni­no elet­tri­co uti­liz­za­to dai tur­isti fino alle . Ver­ran­no def­i­nite nei prossi­mi giorni le fasce orarie così da sod­dis­fare le esi­gen­ze di quan­ti, fino a oggi, accede­vano al cen­tro stori­co con la motoret­ta. Dunque l’operazione «Sirmione puli­ta» decol­la conc­re­ta­mente. Era sta­ta prepara­ta già dal­la prece­dente Ammin­is­trazione che ave­va for­mal­iz­za­to il prog­et­to di pas­sag­gio a motori­ni e auto elet­triche attra­ver­so un pro­gram­ma e la con­tes­tuale richi­es­ta di finanzi­a­men­ti alla . Finanzi­a­men­ti che sono diven­tati inter­ven­ti con la nuo­va Ammin­is­trazione di cen­tro-destra. Nel cor­so degli ulti­mi due anni sono sta­ti preno­tati attra­ver­so il Comune e acquis­ta­ti da pri­vati una cinquan­ti­na di ciclo­mo­tori elet­tri­ci. Con­tes­tual­mente il Comune ha acquisi­to due automezzi a trazione elet­tri­ca per la rac­col­ta del­la net­tez­za urbana nel cen­tro. Nelle scorse set­ti­mane è sta­to atti­va­to, pri­mo esem­pio in Lom­bar­dia, anche il servizio di con­seg­na delle mer­ci oltre il ponte del castel­lo attra­ver­so una soci­età pri­va­ta incar­i­ca­ta che lo esegue usufru­en­do di fur­goni a trazione elet­tri­ca. È poi immi­nente l’acquisto di un auto­bus elet­tri­co per il trasporto urbano. L’Amministrazione ha già pre­dis­pos­to poi un sec­on­do pro­gram­ma di inter­ven­ti da attuare d’intesa con la alla quale è sta­to chiesto un finanzi­a­men­to da 900 mil­ioni. Servi­ran­no per com­pletare la sos­ti­tuzione dei ciclo­mo­tori dotati di motore a scop­pio e per finanziare altri inter­ven­ti. L’obiettivo, come det­to, è quel­lo di lib­er­are com­ple­ta­mente l’area del cen­tro stori­co, quel­la che accoglie ogni giorno migli­a­ia e migli­a­ia di tur­isti, da auto inquinan­ti. Motori che cau­sano, con il rom­bo nelle viuzze del cen­tro, rumor­osità che rag­giun­gono, come ha doc­u­men­ta­to l’Azienda san­i­taria, supe­ri­ori ai lim­i­ti con­sen­ti­ti. L’overdose di deci­bel ave­va provo­ca­to in pas­sato lagnanze da parte dei cit­ta­di­ni e dei tur­isti. Lagnanze gius­tifi­cate dal fat­to che Sirmione è uno dei cen­tri tur­is­ti­co-ter­mali più impor­tan­ti del Gar­da e d’Italia, una delle cap­i­tali delle vacanze di por­ta­ta euro­pea. E pro­prio da qui è par­ti­ta la deci­sione di puntare su motorette e auto elet­triche, un prog­et­to che ha recen­te­mente con­tribuito alla con­quista del­la «» euro­pea. Ora scat­ta la fase dell’embargo totale dei motori­ni a scop­pio. Il pas­so suc­ces­si­vo dovrebbe riguardare il decon­ge­tion­a­men­to del­la peniso­la con la creazione a Colom­bare di parcheg­gi di sos­ta delle auto e il suc­ces­si­vo trasfer­i­men­to dei pedoni con auto­bus elet­tri­ci.