L’assessore Rodolfo Bertoni prevede la consegna al massimo nell’inverno del 2006. Definitivo il «sì» della soprintendenza dei Beni architettonici

Villa Brunati, via ai lavori

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

Con il via defin­i­ti­vo, arriva­to dal­la Soprint­en­den­za ai Beni Architet­toni­ci del­la Lom­bar­dia, il rad­i­cale «maquil­lage» di Vil­la Brunati di Riv­oltel­la può final­mente par­tire a Desen­zano del Gar­da. Ques­ta vol­ta per l’inizio dei lavori di ristrut­turazione non si frap­por­ran­no né «ma» né altri intop­pi di natu­ra buro­crat­i­ca. Il parere del mas­si­mo organo di tutela architet­ton­i­ca in Lom­bar­dia con­tem­pla, comunque, alcune pre­scrizioni che, sec­on­do l’Ufficio Tec­ni­co comu­nale di Desen­zano, non com­porter­an­no ulte­ri­ori lun­gag­gi­ni o spese aggiun­tive. Tra l’altro, come ricor­da­va il sin­da­co Fioren­zo Pien­az­za, il parere era sta­to antic­i­pa­to infor­mal­mente nelle set­ti­mane scorse. La gara d’appalto dei lavori di «restau­ro architet­ton­i­co di val­oriz­zazione ambi­en­tale e dell’annesso par­co» del­la vil­la di pro­pri­età comu­nale, sit­u­a­ta in una posizione incan­tev­ole sul , tra il por­to dema­niale e l’ex sem­i­nario Anto­ni­ano (oggi di pro­pri­età dell’associazione Raphael), era sta­ta esperi­ta nel luglio del­lo scor­so anno. Furono sette le ditte che ave­vano pre­sen­ta­to un’offerta, con il sis­tema del pub­bli­co incan­to. Alla fine l’appalto se l’era aggiu­di­ca­to la Coop­er­a­ti­va S. Michele di Verona, per un impor­to di qua­si 200 mila euro, al net­to del rib­as­so d’asta offer­to all’8,18%. Diret­tore dei lavori veni­va incar­i­ca­to l’architetto Valenti­no Vio­la, di Bres­cia. La ristrut­turazione di vil­la Brunati, come ave­va osser­va­to l’assessore ai Lavori pub­bli­ci di Desen­zano Rodol­fo Bertoni, in occa­sione dell’illustrazione del piano delle opere pub­bliche, «viene finanzi­a­ta con il bilan­cio 2004». Il restau­ro del par­co del­la res­i­den­za è invece già inizia­to nel­lo scor­so mese di otto­bre e si è con­clu­so poco fa. Gli inter­ven­ti per la ristrut­turazione ed il riu­ti­liz­zo del­la bel­lis­si­ma vil­la han­no deter­mi­na­to la con­seg­na del prog­et­to defin­i­ti­vo nei mesi scor­si e la richi­es­ta del rel­a­ti­vo mutuo. Il prog­et­to esec­u­ti­vo che è sta­to «vis­ta­to» dal­la Soprint­en­den­za ai Beni Architet­toni­ci del­la Lom­bar­dia pas­sa così nel­la sua fase oper­a­ti­va, per cui i lavori potran­no iniziare entro breve tem­po. Al mas­si­mo entro l’inverno del 2006, l’assessore ai Lavori Pub­bli­ci Rodol­fo Bertoni prevede la con­seg­na del­la nuo­va vil­la Brunati. Cosa con­ter­rà al suo inter­no è arcino­to per­chè se ne par­la ormai da anni. Comunque vi tro­ver­an­no pos­to la cit­tad­i­na, la medi­ate­ca (che si sposterà in locali più idonei e fun­zion­ali) e l’archivio stori­co di Riv­oltel­la, che con­ser­va centi­na­ia tra scrit­ti, pub­bli­cazioni, doc­u­men­ti, lib­ri e fotografie di grande val­ore culturale.

Parole chiave: -