Cinque giorni di raffinate degustazioni, abbinamenti vino e buona tavola, seminari, convegni, business e internet

Vinitaly, assaggia il futuro, Dal 5 al 9 aprile

13/03/2001 in Manifestazioni
Parole chiave: - -
Di Luca Delpozzo

Taste the Future: Assag­gia il futuro. Il 35° (Veron­afiere, 5/9 aprile 2001), il Salone Inter­nazionale del e dei Dis­til­lati (www.vinitaly.com), leader mon­di­ale del set­tore, pro­pone cinque giorni di raf­fi­nate degus­tazioni, abbina­men­ti vino e buona tavola, con la pre­sen­za delle cucine region­ali e dei migliori cuochi d’Italia. Con i con­comi­tan­ti Sol ed Eno­litech, pre­sen­ta inoltre gli oli extravergine di oli­va d’eccellenza e le più avan­zate tec­nolo­gie per pro­durre vino ed olio.Anche l’edizione 2001 di Vini­taly reg­is­tra il tut­to esauri­to con oltre 3000 espos­i­tori e 56 mila mq. net­ti espos­i­tivi. Sul fronte estero, le novità sono rap­p­re­sen­tate da Cana­da e Tunisia, che si affi­an­cano alle tradizion­ali pre­sen­ze di: Argenti­na (che reg­is­tra anche la parte­ci­pazione indi­vid­uale del­la Regione di Men­doza), Aus­tralia, Aus­tria, Cile, Croazia, Fran­cia, Ger­ma­nia, Gre­cia, Slove­nia, Spagna, Sud Africa, Svizzera, Unghe­ria, Uruguay e Sta­ti Uni­ti d’America. Nel 2000 (dati cer­ti­fi­cati FKM), gli oper­a­tori furono 122.584 con un incre­men­to sul ‘99 del 15,35% (con una per­ma­nen­za media di qua­si tre giorni, una fra le più alte di tut­ta Europa), sud­di­visi fra 108.8777 ital­iani e 13.707 esteri da 87 Paesi.“Una inter­nazion­al­ità — dice il com­mis­sario stra­or­di­nario di Veron­afiere, Pier­lui­gi Bol­la – che fa di Vini­taly un momen­to essen­ziale non solo per fare busi­ness ma anche per appro­fondire le nuove tem­atiche tec­ni­co-scein­ti­fiche, com­mer­ciali, cul­tur­ali e di cos­tume di una realtà, quel­la vitivini­co­la, sem­pre più impor­tante, dinam­i­ca, com­p­lessa e di stra­or­di­nar­ia valen­za eco­nom­i­ca”. Carat­ter­is­ti­ca, quel­la sot­to­lin­ea­ta da Bol­la, che tro­va fon­da­men­to anche negli appun­ta­men­ti pro­pe­deu­ti­ci a Vini­taly: il 9° Con­cor­so Eno­logi­co Inter­nazionale (le selezioni dei vini in con­cor­so, da parte del­la Giuria inter­nazionale, sono in pro­gram­ma dal 28-mar­zo al 2 aprile), con­sid­er­a­to ormai uno dei più pres­ti­giosi appun­ta­men­ti per l’imprenditoria eno­log­i­ca mon­di­ale (nel 2000 i cam­pi­oni iscrit­ti sono sta­ti 1.989 il 40% dei quali esteri da 28 Pae­si); il 6° Inter­na­tion­al Pack­ag­ing Com­pe­ti­tion (la val­u­tazione dei prodot­ti pre­sen­tati, a cura del­la giuria inter­nazionale, è il 26 mar­zo), oggi uno dei più autorevoli test di rifer­i­men­to sull’ “abbiglia­men­to” delle bot­tiglie di vino (139 i cam­pi­oni da 14 Pae­si iscrit­ti lo scor­so anno).Piatto forte del 35° Vini­taly sono le degus­tazioni e gli abbina­men­ti con la buona tavola.Uno dei più inter­es­san­ti even­ti degus­ta­tivi è il Tast­ing Ex….Press. Si trat­ta di degus­tazioni orga­niz­zate da alcune fra le mag­giori tes­tate eno­logiche inter­nazion­ali – Cava Pri­va­da, Decanter, EY, Fal­staff, Gam­bero Rosso, Bor­barat, La Revue Vini­cole, Mas­ter Wine, Sem­i­nario Veronel­li, Vinum, Wine Enthu­si­ast, Wineland, Menu, IWSC Harpers e l’Assaggiatore — che si arti­colano in sedute di pre­sen­tazione ed anal­isi sen­so­ri­ali di alcu­ni fra i più pres­ti­giosi e apprez­za­ti vini inter­nazion­ali. Le degus­tazioni curate dall’Associazione Ital­iana Som­me­li­er – AIS – e lo stage “Den­tro il bic­chiere” di Luca Maroni, sono ulte­ri­ori occa­sioni di appro­fondi­men­to organolet­ti­co dei migliori vini del mon­do. Gli abbina­men­ti vino, olio, e buona tavola trovano ulte­ri­ore svilup­po con la pre­sen­za, nel­la Cit­tadel­la del­la Gas­trono­mia, delle cucine region­ali di Vene­to, Abruz­zo, Molise, Piemonte, Toscana e Alto Adi­ge. Men­tre nell’ambito di Sol, “I ris­toran­ti Le Soste” pro­pon­gono ogni giorno uno dei migliori locali ital­iani: Da Vit­to­rio (5 aprile); Pieri­no Penati (6 aprile); Il luo­go di Aimo e Nadia (7 aprile); Le Calan­dre (8 aprile); Anti­ca Oste­ria del Teatro (9 aprile).Tra gli appun­ta­men­ti più inter­es­san­ti del 35° Vini­taly (Veron­afiere, 5/9 aprile 2001), si seg­nalano quel­li riv­olti ai gio­vani (saba­to 7), orga­niz­za­to in col­lab­o­razione con Match Music Tele+, e alle donne (domeni­ca 8), alle quali sarà ded­i­ca­ta anche una degus­tazione ad hoc.Sul fronte del­la con­veg­nis­ti­ca, invece, i temi sul tap­peto si con­cen­tra­no su: anal­isi del bilan­cio del­la rifor­ma dell’Ocm del vino; prob­le­mi e le prospet­tive del­la vitivini­coltura di qual­ità; rif­lessi delle nuove norme nelle imp­rese viti­cole (pro­mosso dal­la Asso­ci­azione Giuristi del Vino); zon­azione vini­co­la quale prog­et­to di tutela dei vini; nuove fron­tiere del tur­is­mo del vino a segui­to del­la appli­cazione del decre­to attua­ti­vo del­la legge sulle “Strade del Vino”.Per i nav­i­gan­ti in inter­net, Veron­afiere pro­pone anche la ver­sione web del­la rasseg­na, rag­giun­gi­bile all’indirizzo www.vinitalyonline.com, nel­la quale è pos­si­bile vis­itare padiglione per padiglione il Salone, ricer­care la aziende espositri­ci (quelle che han­no un pro­prio sito sono, inoltre, tutte linkate) con i sin­goli prodot­ti, ma anche seguire la cronaca giorno per giorno del­la man­i­fes­tazione tramite la pub­bli­cazione del quo­tid­i­ano Vini­taly News.Tutte le notizie di carat­tere gen­erale sul­la Man­i­fes­tazione, quali, ad esem­pio, la pre­sen­tazione, i comu­ni­cati stam­pa, come rag­giun­gere la Fiera di Verona, il cal­en­dario dei con­veg­ni e degli even­ti col­lat­er­ali, sono reperi­bili, invece, all’indirizzo web www.vinitaly.com.

Parole chiave: - -