Dal 22 al 25 marzo

Vinitaly: conto alla rovescia per la 49a edizione

17/03/2015 in Attualità, Fiere
Parole chiave: -
Di Luigi Del Pozzo

A Verona è inizia­to il con­to alla roves­cia per 2015. A scan­dir­lo, una serie di appun­ta­men­ti di avvic­i­na­men­to fino al taglio del nas­tro, domeni­ca 22 mar­zo, del­la 49ª edi­zione del salone inter­nazionale dei vini e dei dis­til­lati di Veron­afiere (www.vinitaly.it).

In questi giorni, la cit­tà diven­ta a misura di pro­fes­sion­isti del set­tore e di wine lover, con i cor­si per ambas­ci­a­tori del ital­iano del­la Vini­taly Inter­na­tion­al Acad­e­my, il Con­cor­so Inter­nazionale Pack­ag­ing ded­i­ca­to alle bot­tiglie e alle etichette più “belle”, le degus­tazioni ser­ali nelle piazze del cen­tro stori­co con il fuorisa­lone di Vini­taly and the City e il tast­ing di Oper­aW­ine in Gran Guardia, con i 100 vini delle can­tine scelte da Wine Spectator.

Tut­to in atte­sa del­la “car­i­ca” degli oltre 150mila vis­i­ta­tori atte­si dal 22 al 25 mar­zo a Vini­taly che si svolge in con­tem­po­ranea a Sol&Agrifood, rasseg­na dell’agroalimentare di qual­ità (www.solagrifood.com), ed Eno­litech, salone ded­i­ca­to alle tec­nolo­gie per le fil­iere del vino e dell’olio (www.enolitech.it).

«Aspet­ti­amo oper­a­tori spe­cial­iz­za­ti dal più di 120 nazioni del mon­do e quest’anno, per favorire l’arrivo di buy­er dall’estero, abbi­amo aumen­ta­to del 34% gli inves­ti­men­ti per le attiv­ità di incom­ing – spie­ga Ettore Riel­lo, pres­i­dente di Veron­afiere –. Questo Vini­taly è forte­mente ori­en­ta­to all’incontro con del­egazioni e mis­sioni com­mer­ciali prove­ni­en­ti sia da mer­cati maturi, sia da aree in forte o poten­ziale svilup­po, con un cal­en­dario di incon­tri b2b, sem­i­nari e degus­tazioni pro­fes­sion­ali in gra­do di dare risposte con­crete per il busi­ness di un com­par­to, come quel­lo eno­logi­co, che gen­era un fat­tura­to supe­ri­ore ai 10 mil­iar­di di euro e un export di 5,1 miliardi».

Ques­ta mat­ti­na, a Verona, la pre­sen­tazione del­la 49ª edi­zione di Vini­taly. Oltre a Riel­lo, han­no parte­ci­pa­to anche il vicesin­da­co di Verona, Ste­fano Casali, il diret­tore gen­erale di Veron­afiere, Gio­van­ni Man­to­vani, il vicedi­ret­tore di Veron­afiere, Mario Rossi­ni, il pres­i­dente di Amia, Andrea Miglio­ranzi, e il coman­dante del­la Polizia munic­i­pale di Verona, Lui­gi Altamura.

«Il Salone che ci appres­ti­amo ad inau­gu­rare, in un anno di impor­tan­ti appun­ta­men­ti per il set­tore, pri­mo fra tut­ti l’EXPO a Milano dove sare­mo pro­tag­o­nisti da mag­gio con il Padiglione del Vino – dice Gio­van­ni Man­to­vani, diret­tore gen­erale di Veron­afiere –, può con­tare su numeri impor­tan­ti. Il totale delle aziende espositri­ci si con­sol­i­da a più di 4.000. La super­fi­cie espos­i­ti­va net­ta supera quo­ta 91mila metri qua­drati, che rag­giun­gono i 100mila con Sol&Agrifood ed Eno­litech. Con queste tre man­i­fes­tazioni insieme, Veron­afiere per quat­tro giorni si fa inter­prete e pro­muove l’eccellenza del set­tore agroal­i­menta­re made in Italy».

Come ogni anno, con oltre 150 mila vis­i­ta­tori con­cen­trati in quat­tro giorni di man­i­fes­tazione, la logis­ti­ca, il sis­tema dei parcheg­gi e i col­lega­men­ti intorno al quartiere fieris­ti­co ven­gono strut­turati per ottimiz­zare il tem­po a dis­po­sizione del busi­ness per gli oper­a­tori: «Con­sid­er­a­to che qua­si il 40% dei vis­i­ta­tori rag­giunge Vini­taly in treno – fa sapere Mario Rossi­ni, vicedi­ret­tore gen­erale di Veron­afiere – quest’anno abbi­amo anche inau­gu­ra­to, in col­lab­o­razione con Fer­rovie del­lo Sta­to e Comune di Verona, un nuo­vo col­lega­men­to pedonale diret­to che per­me­tte in dieci minu­ti di rag­giun­gere la Fiera dal­la Stazione di Por­ta Nuova».

Anche se man­ca anco­ra qualche giorno all’inaugurazione uffi­ciale, le inizia­tive di Vini­taly in cit­tà sono già entrate nel vivo.

Lunedì è inizia­to a Vil­la Quar­an­ta, sot­to l’egida di VIA — Vini­taly Inter­na­tion­al Acad­e­my il pri­mo cor­so di spe­cial­iz­zazione sul vino ital­iano che rilas­cia, ai can­di­dati che super­eran­no l’esame finale, due liv­el­li di cer­ti­fi­cazione: Ital­ian Wine Ambas­sador e Ital­ian Wine Expert. Il prog­et­to educa­ti­vo, dal 2014, durante le tappe di Vini­taly Inter­na­tion­al nel mon­do, ha l’obiettivo di far com­pren­dere la com­p­lessità dei vini italiani.

Giovedì 19 mar­zo, invece, è in pro­gram­ma il Con­cor­so Inter­nazionale Pack­ag­ing, ded­i­ca­to all’abbigliaggio, cioè alla veste grafi­ca delle bot­tiglie di vini e dis­til­lati prove­ni­en­ti da uve, vinac­ce, mosto o vino. Da quest’anno l’evento apre il giudizio anche alle cat­e­gorie dei dis­til­lati diver­si dall’uva (vale a dire gin, rum, whisky), a tut­ti i liquori e all’olio extravergine di oliva.

Dal 20 al 23 mar­zo, si rin­no­va e si amplia l’appuntamento di Vini­taly and the City, il FuoriSa­lone serale di Vini­taly ded­i­ca­to al popo­lo del wine lover, quest’anno real­iz­za­to in col­lab­o­razione con il Comune di Verona nelle piazze del cen­tro stori­co di Verona: Piaz­za dei Sig­nori, Cor­tile del Mer­ca­to Vec­chio e Cor­tile del Tribunale.

Come tradizione, infine, alla vig­ilia di Vini­taly, saba­to 21 mar­zo, va in sce­na alla Gran Guardia Oper­aW­ine, l’esclusivo tast­ing dei “Finest Ital­ian Wines, 100 Great Pro­duc­ers”, frut­to del­la col­lab­o­razione di Vini­taly Inter­na­tion­al con l’autorevole riv­ista amer­i­cana Wine Spectator.

Sem­pre il 21 mar­zo, durante la ser­a­ta di gala, con­seg­na del Pre­mio Inter­nazionale Vini­taly e procla­mazione dei vinci­tori del Pre­mio Com­mu­ni­ca­tor of the year.

Parole chiave: -