Visite particolari

Di Luca Delpozzo
Silvio Stefanoni

Sono tan­ti ogni anno i vis­i­ta­tori degli stori­ci luoghi di san Mar­ti­no e Solferi­no dove nel lon­tano 1859 si svolse una delle più san­guinose battaglie del nos­tro Risorg­i­men­to . Tra i tan­ti , alcu­ni giorni fa un grup­po par­ti­co­lare : Isti­tu­to Nazionale per la guardia D ‘ Onore alle Reali Tombe del Pan­theon . Il grup­po proveni­va da Pado­va ed era guida­to dal Gen . in con­ge­do Pietro Gras­si del­e­ga­to per le Provin­cie di Pado­va e Rovi­go . Con lui anche il Dott . Giulio De Re’ noche respon­s­abile stam­pa del Movi­men­to Monar­chico Ital­iano e la Dott . Rossel­la Fil­ip­pone Pres­i­dente regionale del Vene­to sem­pre del Movi­men­to Monar­chico Ital­iano . Il grup­po ha vis­i­ta­to i luoghi e i mon­u­men­ti che ricor­dano la più grande battaglia del­la sec­on­da Guer­ra D ‘ Indipen­den­za che ha vis­to anche la pre­sen­za del Re Vit­to­rio Emanuele II . Il Gen­erale Pietro Gras­si ci ha illus­tra­to cosa sono le “ Guardie del Pan­theon “ . L’idea viene ad alcu­ni reduci delle battaglie risorg­i­men­tali all’indomani del­la morte di Vit­to­rio Emanuele II nel 1878 . La pro­pos­ta è : ogni ader­ente fa la guardia per due ore all’anno alla tom­ba del Re . Poi ovvi­a­mente la cosa è sta­ta este­sa anche agli altri reali . L’ Asso­ci­azione nacque aut­en­ti­ca­ta dal Regio Decre­to fir­ma­to da Umber­to I e anco­ra oggi è inseri­ta nelle asso­ci­azioni legal­mente riconosciute dal Min­is­tero del­la Dife­sa . Con­ta cir­ca cinquemi­la iscrit­ti , una novan­ti­na il Grup­po di Pado­va , di cui una del­egazione si recò ai funer­ali dell’ultima regi­na D ‘ Italia Maria Josè .