Un’opera musicale originale prodotta dalla Scuola di Musica del Garda nel 155° anniversario della Battaglia di Solferino e San Martino.

La vita del fondatore della Croce Rossa raccontata dalla musica

Di Luigi Del Pozzo

Lunedì 23 giug­no alle ore 21 pres­so il teatro del­la a Desen­zano in via Tici­no, 14, avrà luo­go la rap­p­re­sen­tazione di “Hen­ry ha un’idea”, un’opera musi­cale che rac­con­ta la vita di Hen­ry Dunant, il fonda­tore del­la Croce Rossa.

Real­iz­za­ta dal lab­o­ra­to­rio di com­po­sizione cre­ati­va diret­to dal mae­stro Mon­tal­bet­ti, l’opera è sta­ta intera­mente scrit­ta dagli allievi parte­ci­pan­ti e ver­rà ese­gui­ta dal vivo da un ensem­ble di cinque musicisti gui­dati dal mae­stro Alber­to Zanar­di.

Alla voce del noto reg­ista desen­zanese Faus­to Ghi­rar­di­ni è affi­da­ta la nar­razione che accom­pa­gna l’esecuzione musi­cale che si svilup­pa in cinque quadri che rias­sumono i momen­ti salien­ti del­la vita di Dunant.

L’opera, più pre­cisa­mente un “melol­o­go” ovvero un testo com­men­ta­to da una creazione musi­cale, accom­pa­gna il gio­vane Hen­ry Dunant, casuale tes­ti­mone del­la battaglia di Solferi­no e San Mar­ti­no, che, scon­volto dal­la trage­dia immane a cui assiste, osser­va le donne di Cavri­ana, Cas­tiglione, Solferi­no, cura­no i fer­i­ti sen­za dis­tinguere fra le diverse divise.

Un’idea si fa stra­da nel­la mente del finanziere svizze­ro: i sol­dati fer­i­ti non apparten­gono a una nazione speci­fi­ca, sono neu­trali, sono tut­ti fratel­li e con quest’idea che diven­ta il suo tor­men­to con­vin­cerà i reg­nan­ti dell’epoca a siglare un accor­do che darà vita alla Croce Rossa Inter­nazionale.

Cadu­to in mis­e­ria e dimen­ti­ca­to da tut­ti ver­rà casual­mente riconosci­u­to dopo molti anni e il suo rega­lo all’umanità gli meriterà il pri­mo Pre­mio Nobel per la Pace del­la sto­ria che Dunant don­erà intera­mente in benef­i­cen­za.

 

I testi e la sceneg­giatu­ra sono sta­ti scrit­ti da Gigi Tagli­api­etra men­tre le musiche sono state scritte da Loren­zo Di Vora, Mile­na Riga­to, Gigi Tagli­api­etra e Alber­to Cavoli men­tre il bra­no del pro­l­o­go è sta­to scrit­to da Vit­to­rio Cristi­ni.

E’ un grande piacere pro­porre l’esecuzione di Hen­ri Ha Un’Idea” dice il mae­stro Alber­to Cavoli, diret­tore del­la Scuo­la di musi­ca del Gar­da “ per­chè ospi­ti­amo sul nos­tro ter­ri­to­rio il luo­go di nasci­ta di una delle più gran­di isti­tuzioni dell’umanità e abbi­amo il dovere di ten­erne vivo il ricor­do e il mes­sag­gio.”

Si trat­ta di un’opera orig­i­nale, intera­mente idea­ta e prodot­ta dal­la Scuo­la“ pros­egue il mae­stro Cavoli” che met­ti­amo in sce­na in occa­sione delle cel­e­brazioni del 155° anniver­sario del­la battaglia di Solferi­no e San Mar­ti­no e con­ti­amo di dare così un sig­ni­fica­ti­vo appor­to cul­tur­ale ai molti even­ti in pro­gram­ma”.

La Scuo­la di Musi­ca del Gar­da che ha al pro­prio atti­vo la mes­sa in sce­na di tre spet­ta­coli musi­cali, con “Har­ry ha un’idea” per la pri­ma vol­ta real­iz­za un’opera orig­i­nale intera­mente scrit­ta e musi­ca­ta da allievi che viene poi ese­gui­ta dai docen­ti del­la stes­sa scuo­la diplo­mati nei vari stru­men­ti pre­visti dall’organico: Mad­dale­na Fasoli al vio­li­no, Mile­na Riga­to al flau­to, Daniela Savol­di al vio­lon­cel­lo, Vla­dy Bian­chi­ni al trom­bone, Alber­to Cavoli al pianoforte.

Già dal­la pri­ma ese­cuzione lo scor­so anno, l’opera ha riscos­so un grande favore da parte del pub­bli­co per la qual­ità del­la strut­tura musi­cale e per l’emozione del­la nar­razione.

La sala in cui avver­rà la pre­sen­tazione ha un numero di posti lim­i­ta­to e l’ingresso è gra­tu­ito per cui è asso­lu­ta­mente rac­co­man­da­ta la preno­tazione diret­ta­mente alla seg­rete­ria del­la Scuo­la di musi­ca al 340 5056811.

 

____________________________________________________________________

Per ulte­ri­ori infor­mazioni

Seg­rete­ria     Scuo­la di Musi­ca del Gar­da

Lau­ra Decem­bri­no

Via Tici­no 14, 25015 Desen­zano del Gar­da

cell. 340 5056811 email info@scuoladimusicadelgarda.it

Sito Web   www.scuoladimusicadelgarda.it             Face­book scuo­la­mu­sica­gar­da

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Scuo­la di Musi­ca del Gar­da

Atti­va a Desen­zano da oltre 20 anni, la Scuo­la di Musi­ca del Gar­da è un’iniziativa con­giun­ta di due entità con­no­tate da una forte impronta di pro­mozione sociale attra­ver­so la musi­ca: l’Associazione Cul­tur­ale W.A. Mozart e la Coop­er­a­ti­va di pro­fes­sion­isti del­lo spet­ta­co­lo DOC Servizi, la più grande orga­niz­zazione di questo tipo in Italia. La Scuo­la è fre­quen­ta­ta oggi da oltre 380 allievi ed è aper­ta a chi­unque voglia avvic­i­nar­si alla musi­ca per la pri­ma vol­ta o per­fezionare le pro­prie capac­ità e non pone lim­i­ti di età per l’iscrizione. Tut­ti gli inseg­nan­ti sono pro­fes­sion­isti diplo­mati e i cor­si stru­men­tali sono pro­posti a vari liv­el­li a sec­on­da delle età e delle esi­gen­ze degli allievi.

La Scuo­la di Musi­ca del Gar­da è con­ven­zion­a­ta con il statale di musi­ca L. Maren­zio per lo svol­gi­men­to di cor­si preac­ca­d­e­mi­ci per i gio­vani che inten­dano accedere agli stu­di musi­cali clas­si­ci e ha svilup­pa­to Offic­i­na Sono­ra, uno speci­fi­co prog­et­to tri­en­nale di sosteg­no al tal­en­to artis­ti­co gio­vanile cofi­nanzi­a­to dal­la Fon­dazione Carip­lo.

Oltre alle lezioni indi­vid­u­ali la scuo­la orga­niz­za grup­pi di musi­ca d’insieme con un’orchestra gio­vanile, un’orchestra junior, tre grup­pi di musi­ca rock e jazz for­mati da gen­i­tori degli allievi. diverse rock band di ragazzi e un quar­tet­to d’archi. Il tut­to in una visione che intende far apprez­zare la gioia di fare musi­ca indipen­den­te­mente da generi o clas­si­fi­cazioni.