Menù da re per vini doc. Pieve ospita degustazioni e iniziative

Vita nei borghi

26/08/2004 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Bruno Festa

Ulti­mo appun­ta­men­to domeni­ca con la «Vita nei Borghi», la tradizionale man­i­fes­tazione che cam­bia aspet­to alla frazione Pieve di Tremo­sine. L’or­ga­niz­zazione è cura­ta da Pro loco e Comune di Tremo­sine, in col­lab­o­razione con «La stra­da dei Vini Bres­ciani del Gar­da». L’evento viene ospi­ta­to nei vicoli, nei gia­r­di­ni e nelle piazzette del carat­ter­is­ti­co bor­go, gra­zie all’alles­ti­men­to di stand di degus­tazione di piat­ti tradizion­ali: pesce di lago, tartu­fi, funghi, sel­vaggi­na, salu­mi, for­mag­gi, olio, miele e marmel­late. Tan­ti gli esem­pi di quan­to finirà nei piat­ti degli ospi­ti: pas­ta e fagi­oli, un pri­mo a base di pesce di lago, i «tortei» di Tremo­sine, polen­ta e spiedo, polen­ta e funghi, polen­ta e «mignaghe» (trote fario dei fiu­mi e tor­ren­ti di Tremo­sine), polen­ta «cùsa», oltre a svariati generi di pane tipi­ci di Tremo­sine. E anco­ra: for­mag­gio alla griglia, frit­tate e dol­ci. Il per­cor­so gas­tro­nom­i­co prevede anche la pos­si­bil­ità di apprez­zare tre menù: il «rus­ti­co», il «veg­e­tar­i­ano» e il menù a base di «pesce d’ac­qua dolce». La col­lab­o­razione con «La stra­da dei vini Bres­ciani del Gar­da» per­me­t­terà di affi­an­care altri stand con eccel­len­ti prodot­ti delle can­tine del­la spon­da occi­den­tale del Gar­da. Saran­no infat­ti pre­sen­ti alcune tra le più note aziende pro­dut­tri­ci di vini. Mon­e­ta di scam­bio per l’oc­ca­sione non sarà l’euro, ma l’«europoldo», defini­ta dagli orga­niz­za­tori «fanta­ban­cono­ta». Nel cor­so del­la ser­a­ta sarà ques­ta l’u­ni­ca ban­cono­ta val­i­da e spendibile per assag­gi e degus­tazioni. Gli «europol­do» pos­sono essere …acquis­ta­ti alla Pro loco. Ad alli­etare la fes­ta con­tribuiran­no musi­ca e spet­ta­coli vari, arric­chi­ti dal­la pre­sen­za del «Gia­rdi­no dei Baloc­chi», uno spazio attrez­za­to per l’infanzia con giochi e ani­ma­tori. In questo modo, ai gen­i­tori risul­terà più agev­ole gustare l’itin­er­ario enogas­tro­nom­i­co. Nel frat­tem­po, a Tremo­sine stan­no definen­do gli ulti­mi det­tagli del­l’en­nes­i­ma inizia­ti­va, che si svilup­perà in autun­no, a par­tire dal­l’or­mai prossi­mo 14 set­tem­bre, fino al 27 otto­bre. Si trat­ta del­la rasseg­na enogas­tro­nom­i­ca «Il gus­to con…gusto», sem­pre in col­lab­o­razione con la «Stra­da dei vini Bres­ciani del Gar­da». L’itinerario è com­pos­to da 14 ser­ate pro­poste dai ris­tora­tori con menù tem­ati­ci. Si aggiun­gono 3 degus­tazioni. I piat­ti pro­posti saran­no a base di locali. Han­no dato la loro ade­sione molti ris­toran­ti: Da Nan­do, Brasa, La Fenice, Da Gui­do, La For­ra, Val D’ Egoi, Pic­co­la Italia, San Mar­co, Faver, La Roc­chet­ta, Pri­mav­era, Prése, Panora­ma, La Bai­ta, Mirala­go, Tav­er­net­ta, Fucine, Da Ange­lo.

Parole chiave: