Volontari per il soccorso

08/11/2013 in Attualità
Di Luigi Del Pozzo

Nei giorni scor­si si sono svolte le prime due gior­nate di for­mazione del­la Scuo­la Nazionale Cinofi­la del Cor­po Ital­iano di Soc­cor­so del­l’Or­dine di Mal­ta che a Lazise ha recen­te­mente aper­to una del­egazione pres­so l’as­so­ci­azione A.d.a.‘S, Ami­ci degli ani­mali nel sociale gui­da­ta da Sante Pasquali­ni e coor­di­na­ta da Adal­isa Tomez­zoli.

Vi han­no ader­i­to 14 volon­tari con i loro ausil­iari, ovvero i cani. Il nutri­to pro­gram­ma, che alter­na lezioni d’aula con dimostrazioni ed adde­stra­men­ti speci­fi­ci sul cam­po, com­prende clas­siche lezioni di cinolo­gia, di etolo­gia, di topografia, tat­tiche e strate­gie di ricer­ca, igiene e pro­fi­las­si vet­eri­nar­ia, cui sono aggiunte inno­v­a­tive lezioni di psi­colo­gia del­l’e­mer­gen­za e di preparazione al con­fron­to con l’hand­i­cap.

Le lezioni si sono svolte e si svol­go­no pres­so le ex scuole ele­men­tari di viale Roma, gen­til­mente messe a dis­po­sizione del comune — spie­ga Adal­isa Tomez­zoli, istrut­trice del­la scuo­la — e le dimostrazioni e gli adde­stra­men­ti sul cam­po del­l’As­so­ci­azione A.d.a.‘S in via Monte dei Badaluc­chi. La scuo­la si è data l’am­bizioso obi­et­ti­vo di stan­dard­iz­zare, ad un liv­el­lo il più ele­va­to pos­si­bile, la for­mazione e la pro­fes­sion­al­ità delle unità cinofile da soc­cor­so e degli oper­a­tori che le sosten­gono — con­tin­ua Tomez­zoli — per offrire alla Nazionale dei volon­tari affid­abili, dis­ci­plinati ed orga­niz­za­ti, in gra­do di rispon­dere adeguata­mente alle pic­cole e gran­di emer­gen­ze.”

Altro obi­et­ti­vo è quel­lo di preparare unità alta­mente pro­fes­sion­ali che, con l’ausilio del cane, pos­sano aiutare a miglio­rare la qual­ità del­la vita a bam­bi­ni, adul­ti, anziani, diver­sa­mente abili, por­ta­tori di gravi hand­i­cap, malati di Alzheimer, per­sone in coma, autis­ti­ci, sogget­ti con prob­le­mi di lin­guag­gio ed altre patolo­gie.

Gli allievi proven­gono, oltre che dal­la nos­tra regione, anche dal­l’E­mil­ia, dal­la Lom­bar­dia e dal Piemonte e perfi­no dal Lazio in quan­to è nota l’azione del CISOM che di fat­to è l’ar­ti­co­lazione nazionale del­l’Or­dine di mal­ta che si occu­pa di pro­tezione civile a tut­to cam­po, con un fat­ti­va col­lab­o­razione con le Cap­i­taner­ie di Por­to, la Guardia Costiera, la Guardia di Finan­za, il Cor­po Fore­stale del­lo Sta­to, non ulti­mo l’azione uman­i­taria di soc­cor­so ai migranti nel Canale di Sicil­ia.

Istrut­tori e docen­ti, oltre al diret­tore del­la Scuo­la Nazionale per le Unità Cinofile, il dot­tore Camil­lo San­dri del Par­co natu­ra Viva, il dot­tore Fabio Mar­ti­ni, coor­di­na­tore del CEOD pres­so l’Is­ti­tu­to Poverette di Nazareth, la psi­colo­ga Pao­la Tosi, gli istrut­tori Adal­isa Tomez­zoli, Dante Pic­chi­et­ti e Mon­i­ca Baz­zoni.

In mate­ria di Pet Ther­a­py ed appli­cazione ed evoluzione degli inter­ven­ti assis­ti­ti con gli ani­mali, si ter­rà una con­feren­za- con­fron­to, alla , saba­to 16 novem­bre, con inizio alle 9.30.

Ser­gio Baz­er­la