Weekend sul Garda all’insegna del Biologico

Parole chiave:
Iscriviti al nostro canale
Di Luigi Del Pozzo

Si rin­no­va dal 2 al 5 agos­to 2013 nel Castel­lo di Polpe­nazze del Gar­da (Bs) l’appuntamento con la “Biofes­ta”, ormai tradizionale rasseg­na dell’estate garde­sana ded­i­ca­ta alle pro­duzioni bio­logiche dei ter­ri­tori bres­ciani e lom­bar­di: in pro­gram­ma 4 giorni per conoscere le tipic­ità del ter­ri­to­rio e gli stili di vita eco­com­pat­i­bili, tra enogas­trono­mia, musi­ca e rif­les­sioni etiche.

 

L’arrivo di agos­to sul Gar­da por­ta in dote un nuo­vo appun­ta­men­to con la Biofes­ta: una tradizione che si rin­no­va ormai da 15 edi­zioni, all’insegna di un suc­ces­so sem­pre cres­cente, e che anche quest’anno tornerà in sce­na dal 2 al 5 agos­to nel­la con­sue­ta, sug­ges­ti­va cor­nice del castel­lo di Polpe­nazze del Gar­da (Bs), nel cuore del­la Valtè­ne­si. A curare l’organizzazione dell’evento saran­no come sem­pre l’associazione Nat­u­ral­mente in col­lab­o­razione con La Buona Ter­ra, l’associazione lom­bar­da degli agri­coltori bio­logi­ci e bio­d­i­nam­i­ci.

La Biofes­ta rap­p­re­sen­ta anche un momen­to per immag­inare col­let­ti­va­mente un futuro real­mente a misura d’ambiente, par­tendo mag­a­ri dal­la scelta dei cibi che si por­tano in tavola ogni giorno: fon­da­men­tale sot­to quest’ultimo pun­to di vista la pre­sen­za a Polpe­nazze del grande mer­ca­to dei pro­dut­tori, cuore del­la fes­ta aper­to saba­to 3 a par­tire dalle 16 e domeni­ca 4 dalle 9: saran­no più di 40 le aziende pre­sen­ti in fiera, con in pri­mo piano le realtà che pro­por­ran­no le spe­cial­ità agroal­i­men­ta­ri del ter­ri­to­rio: vini del­la Valtè­ne­si, ter­ri­to­rio di gran­di tradizioni dove è già bio­logi­co il 25% del vigne­to iscrit­to all’albo, ma anche il pre­gia­to olio extravergine di oli­va, tute­la­to a liv­el­lo comu­ni­tario dal­la Denom­i­nazione di Orig­ine Pro­tet­ta Gar­da Bres­ciano, oltre a for­mag­gi, salu­mi, con­fet­ture, miele, farine e molto altro anco­ra. Non mancher­an­no stand ded­i­cati alla pro­duzioni non food, ovvero a tutte quelle ref­eren­ze arti­gianali che han­no adot­ta­to a tut­ti gli effet­ti la filosofia del bio­logi­co (dall’abbigliamento alla cosme­si, dai prodot­ti per la cura del cor­po a quel­li per il risparmio ener­geti­co).

Allo stand gas­tro­nom­i­co, aper­to fin da ven­erdì 3 alle 19.30, si rin­noverà la curiosità dei vis­i­ta­tori per il “Bio Spiedo”, vari­ante bio­log­i­ca del più clas­si­co fra i piat­ti del­la gas­trono­mia bres­ciana che da sem­pre rap­p­re­sen­ta uno dei mag­giori motivi di curiosità del­la Biofes­ta. Non mancher­an­no altre pro­poste gas­tro­nomiche ter­ri­to­ri­ali, sem­pre nat­u­ral­mente preparate con prodot­ti prove­ni­en­ti rig­orosa­mente da aziende bio­logiche cer­tifi­cate. Di par­ti­co­lare rilie­vo anche il pro­gram­ma musi­cale, tut­to all’insegna di sonorità tra folk, blues, rock e sonorità etniche, che nelle ser­ate vedrà sfi­lare for­mazioni ormai affer­mate come i sicil­iani Corimè (il 2), West Coast Sound e Jonathan Blues Band (il 3), La Ban­da del Sur di Luca Arti­oli (il 4) e la Alan Far­ring­ton Band (il 5). Non mancher­an­no momen­ti ricre­ativi come un lab­o­ra­to­rio sul gela­to, una mostra fotografi­ca tut­ta da vis­itare ed altri appun­ta­men­ti come la Bio-passeg­gia­ta tra le col­ture bio­logiche, in pro­gram­ma per la mat­ti­na di domeni­ca alle 9. Saran­no infine pre­sen­ti numerose realtà asso­cia­tive che pre­sen­ter­an­no le loro attiv­ità.

Parole chiave:

Commenti

commenti