In programma da oggi e sino a domenica sera a Puegnago del Garda

XI Mostra-mercato del tartufo bresciano

Di Luca Delpozzo

Tutela e val­oriz­zazione pae­sis­ti­ca e piano ter­ri­to­ri­ale di coor­di­na­men­to del ter­ri­to­rio” è questo il tema del con­veg­no che si ter­rà nel­la mat­ti­na­ta di saba­to 22 novem­bre, inizio ore 10.00, e che in prat­i­ca fungerà anche di aper­tu­ra del­la “XI Mostra mer­ca­to provin­ciale del Tartu­fo bres­ciana”. Ad orga­niz­zar­lo, in col­lab­o­razione con il Comune di Pueg­na­go è l’Assessorato Provin­ciale al Ter­ri­to­rio, Parchi e V.I.A. nel­la per­sona stes­sa dell’Assessore Mari­astel­la Gelmi­ni. Parteciper­an­no per­son­ag­gi e stu­diosi qual­i­fi­cati come Giampi­etro Bro­gi­o­lo, docente all’ di Pado­va, Rossana Bet­tinel­li con­sigliere nazionale e pres­i­dente del­la sezione bres­ciana di Italia Nos­tra e l’Assessore Provin­ciale al Tur­is­mo . “Un piano questo – spie­ga l’Assessore Gelmi­ni – che dopo l’approvazione da parte del Con­siglio Provin­ciale di Bres­cia sta ora per­cor­ren­do il suo iter che lo porterà all’adozione ed alla sua defin­i­ti­va approvazione. Il prin­ci­pale obi­et­ti­vo è quel­lo del coor­di­na­men­to tra la piani­fi­cazione sovra e quel­la sot­to ordi­na­ta di liv­el­lo provin­ciale. In ter­mi­ni gen­er­ali le final­ità del Ptcp sono essen­zial­mente il miglio­ra­men­to del­la qual­ità del ter­ri­to­rio, attra­ver­so lo svilup­po equi­li­bra­to e sosteni­bile delle sue pecu­liar­ità, quali le tes­ti­mo­ni­anze storiche e preis­toriche, le risorse cul­tur­ali e ambi­en­tali, le capac­ità pro­dut­tive ed i val­ori sociali, la tutela e il cor­ret­to uso dei beni ambi­en­tali, la val­oriz­zazione del pae­sag­gio attra­ver­so la riscop­er­ta delle iden­tità locali, che sono com­po­nen­ti essen­ziali del­lo svilup­po sociale ed eco­nom­i­co, la creazione di un sis­tema inse­dia­ti­vo poli­cen­tri­co, cos­ti­tu­ito da sis­te­mi urbani sovra­co­mu­nali rap­p­re­sen­ta­tivi delle iden­tità locali, l’incremento dell’accessibilità e quin­di il poten­zi­a­men­to delle reti infra­strut­turali e di comu­ni­cazione, l’orientamento dell’uso del ter­ri­to­rio ai fini inse­dia­tivi nei lim­i­ti del­la com­pat­i­bil­ità con la con­ser­vazione dei val­ori fisi­co-nat­u­rali e stori­co-cul­tur­ali e con la pre­ven­zione dei rischi, la ricon­duzione ad unità e coeren­za dei pro­gram­mi e dei piani set­to­ri­ali, la dife­sa e cen­tral­ità dell’attività agri­co­la, l’incremento del­la bio­di­ver­sità”. Lo stes­so Asses­sore Gelmi­ni sarà poi pre­sente nel pomerig­gio alla cer­i­mo­nia di aper­tu­ra del­la “Mostra mer­ca­to” che quest’anno sarà allesti­ta in Frazione Mura, local­ità Riel­lo, pres­so le ten­sostrut­ture che han­no ospi­ta­to recen­te­mente le feste delle castagne del­la polen­ta Taragna e del­la Piz­za, pre­sente anche l’assessore alle Attiv­ità Pro­dut­tive Enri­co Mat­tin­zoli oltre ad altre autorità civili e mil­i­tari. Una fes­ta che fra gli ingre­di­en­ti prin­ci­pali, oltre al Tartu­fo ed al suo stu­dioso Vir­ginio Vez­zo­la, vedrà anche le grappe delle regioni che si affac­ciano sul lago di Gar­da e che han­no parte­ci­pa­to alla XI edi­zione dell’Alambicco del Gar­da oltre ai 12 parte­ci­pan­ti al V° con­cor­so “Miglior Spiedo Agri­t­ur­is­ti­co”. Ricor­diamo che lo scor­so anno uno dei miglior chef di cuci­na del­la nos­tra Provin­cia pro­pose, forse anche un po’ in maniera provo­ca­to­ria otte­nen­do però gran­di con­sen­si da parte del pub­bli­co ed egli esti­ma­tori di questo piat­to tipi­co ed esclu­si­vo bres­ciano, uno “spiedo al tartu­fo”. Bres­ciani sarà anche quest’anno pre­sente alla man­i­fes­tazione e cur­erà uno spazio ris­er­va­to alla ris­torazione in cui ver­ran­no esaltate le varie tipolo­gie di tartu­fi attra­ver­so raf­fi­nati ed esclu­sivi piat­ti base di tartu­fo. Vale la pena di ricor­dare quali sono sta­ti gli agri­t­ur­is­mo che han­no parte­ci­pa­to a ques­ta edi­zione: Oste­ria Le Bag­nole di Sede­na di Lona­to; Il Gra­no di Mus­co­l­ine; Mon­tero­ton­do e Il Bosco di Pueg­na­go, Tre­visani di Sopraz­zoc­co di Gavar­do; Il Pratel­lo di Padenghe; San Car­lo di Gavar­do; Il Roc­co­lo e Anti­ca Corte ai Ronchi di Bedi­z­zole; Az. Agr. Armea di San Mar­ti­no del­la Battaglia; La Pine­ta di Carza­go del­la Riv­iera; Il Bag­no­lo Local­ità Serni­ga di Salò. Saba­to sera poi appun­ta­men­to con lo sport e con il del­lo Sporti­vo che nel cor­so del­la ser­a­ta vedrà pre­miati, alla pre­sen­za dell’Assessore allo Sport del­la Provin­cia di Bres­cia, Alessan­dro Sala, quegli atleti che si sono con­trad­dis­tin­ti in cam­po Provin­ciale, regionale, nazionale e mondiale.la “Mostra-mer­ca­to” chi­ud­erà i bat­teri domeni­ca sera 23 novem­bre.