Il sottosegretario al commercio estero, Stefano Stefani, oggi in visita alla Baltera

Zontini e Mario Malossini accendono i riflettori sull’Expo

26/10/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Ste­fano Ste­fani, sot­toseg­rario al com­mer­cio con l’es­tero nel gov­er­no Berlus­coni, viene in visi­ta sta­mat­ti­na alle infra­strut­ture con­gres­su­ali e fieris­tiche rivane. Dopo un salu­to agli ammin­is­tra­tori comu­nali, l’onorev­ole incon­tr­erà al palaz­zo dei con­gres­si Gian­ni Zon­ti­ni ed il con­siglio del­la Pala­con­gres­si e con loro farà un salto alla Bal­tera per ispezionare sul cam­po i tre nuovi padiglioni fieris­ti­ci. Il moti­vo del­la visi­ta del sot­toseg­re­tario è presto spie­ga­to. La Pala­con­gres­si, attra­ver­so Mario Mal­ossi­ni che cura pro­prio questo genere di prob­le­mi, ha mat­u­ra­to la con­vinzione che un incre­men­to del­l’at­tiv­ità sia pos­si­bile solo a segui­to d’un raf­forza­men­to del­la pre­sen­za del­la soci­età sul mer­ca­to, dif­fi­cile ed affol­la­to di con­cor­ren­ti. Questo sig­nifi­ca che nei luoghi giusti, lad­dove si pren­dono le deci­sio­nio che con­tano, Riva e la sua poten­zial­ità, le sue strut­ture, la qual­ità com­p­lessi­va del­l’of­fer­ta deb­bono essere conosciute. Non bas­ta fare bene Schuh ed Expo Hotel, il con­gres­so degli avvo­cati o quel­lo sul­la sicurez­za stradale: bisogna che a Brux­elles, quan­do c’è da scegliere una sede per la riu­nione del­la com­mis­sione euro­pea per l’a­gri­coltura, ci sia qual­cuno che ha in mente Riva, la pro­pone, in qualche modo la spon­soriz­za. Ecco il sig­ni­fi­ca­to del­la visi­ta del­l’onorev­ole Ste­fani che in segui­to a prece­den­ti incon­tri romani con Mario Mal­ossi­ni, sa bene che a Riva c’è una fiera: ma che sarà in gra­do di col­lo­car­la, con­fig­u­rar­la e val­u­tar­la molto meglio dopo la visi­ta alle strut­ture. In quest’ot­ti­ca si inserisce anche la nom­i­na, su indi­cazione del­la Provin­cia, di Gian­no Zon­ti­ni nel­la com­mis­sione tec­ni­ca nazionale pres­so il min­is­tero del­l’e­cono­mia. E’ l’or­gan­is­mo incar­i­ca­to di sta­bilire il cal­en­dario delle fiere di carat­tere nazionale ed inter­nazionale, riconosciute a liv­el­lo gov­er­na­ti­vo. Ovvia l’im­por­tan­za per le due mag­giori fiere rivane: per Expo Schuh che deve essere tenu­ta pro­tet­ta dai con­tinui assalti di con­cor­ren­ti inten­zionati a strap­pare dal Gar­da l’ap­pun­ta­men­to più impor­tante (e red­di­tizio) del­l’an­na­ta; per Expo Hotel che sof­fre d’u­na dimen­sione trop­po stret­ta in con­fi­ni region­ali e per soprav­vi­vere deve trovare spazio, nuovi spon­sor, nuovi motivi d’in­ter­esse e di richiamo.

Parole chiave: