Home Attualità A lezione di amore per sempre

A lezione di amore per sempre

Le statistiche parlano di un matrimonio su due che approda alla separazione e di un matrimonio su due che viene celebrato con il rito civile. Se tra questi ultimi vi sono molte «seconde nozze», è sempre più alto il numero di giovani coppie che scelgono di chiudere un periodo di convivenza con il matrimonio civile. È questo il dato da cui prende spunto il percorso laico di formazione per fidanzati organizzato, per la prima volta nella territorio veronese, non dalle parrocchie, ma dalla Provincia di Verona in collaborazione con l’Associazione famiglie e i Comuni di Bussolengo, Garda, Lazise, Peschiera, Sommacampagna, Sona e Castelnuovo. Sarà proprio quest’ultimo paese a ospitare nell’aula magna della scuola media, a partire da sabato 16 e fino a sabato 4 giugno, gli otto incontri di un ciclo di appuntamenti aperto anche alle coppie che si sono sposate nel corso del 2004. «Le lettere di invito per queste famiglie più recenti partono proprio in questi giorni», conferma Giovanni Peretti, vice sindaco e assessore alle Politiche familiari di Castelnuovo. Il Comune è stato il promotore dell’iniziativa. «In effetti è così», dice il vice sindaco. «È nota l’attenzione della nostra Amministrazione alla tematiche della famiglia. La situazione di oggi è sotto gli occhi di tutti: la metà dei matrimoni finisce con la separazione e la stessa percentuale contraddistingue le unioni suggellate con il matrimonio civile». «Queste coppie non hanno alcuna opportunità di avere una formazione specifica rispetto alle dimensioni psicologica, morale, sociale, genitoriale, giuridica che comporta lo status di coniugati cui approderanno». «Allo stesso tempo», sottolinea Peretti, «è impensabile ritenere le unioni naufragate un problema solo privato: le separazioni hanno conseguenze che invadono inevitabilmente la sfera pubblica, perché spesso ci sono dei figli e per i contrasti che ne scaturiscono». «È dimostrato», continua l’assessore castelnuovese, «che il benessere di una comunità locale è direttamente proporzionale al benessere delle famiglie che la compongono. Si è, quindi, ritenuto utile organizzare un percorso di preparazione che ribadisca l’importanza, per l’intera società, della scelta compiuta da un uomo e da una donna nella decisione di sposarsi». Un’idea riassunta nel titolo dato al ciclo di incontri: «Mettiamo su famiglia… sposi si nasce o si diventa?». L’avventura del passaggio dall’innamoramento all’amore, dal sentimento privato all’impegno pubblico del matrimonio»: «Questa idea è stata proposta agli altri cinque Comuni. Ciò significa che è interessata un’area di circa 80mila abitanti: tutti hanno aderito con entusiasmo al progetto, così come lo hanno fatto la Provincia e l’Associazione famiglie», spiega il vice sindaco di Castelnuovo. Questo il calendario degli incontri: sabato 16, dalle 17 alle 19 si parlerà di maturità personale e di coppia, venerdì 22 dalle 20.30 alle 22.30 di relazione di coppia, sabato dalle 17 alle 19 delle norme che regolano il matrimonio. Sabato 7 maggio, dalle 17 alle 19 sarà la volta di «La soggettività sociale della famiglia», sabato 14 maggio, sempre dalle 17 alle 19, toccherà a «Lavoro, fisco, servizi sociali e famiglia», sabato 21 maggio, allo stesso orario a «La relazione sessuale nella vita di coppia», sabato 28 maggio alla regolazione della fertilità e sabato 4 giugno, infine, alla ricomposizione della conflittualità di coppia. Le iscrizioni, fino a un massimo di trenta coppie, si raccolgono via fax allo 045. 74431137 o via mail: afiverona@afifamiglia.it

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version