Home Brevi Cronometro del Giro d’Italia: Trionfo di Filippo Ganna a Desenzano

Cronometro del Giro d’Italia: Trionfo di Filippo Ganna a Desenzano

Il Lago di Garda è stato teatro di un’emozionante tappa del Giro d’Italia, dove Filippo Ganna ha conquistato la vittoria nella cronometro individuale. La 14esima tappa, lunga 31,2 chilometri, è partita da Castiglione delle Stiviere e si è conclusa a Desenzano del Garda.

Con un tempo di 35 minuti e 2 secondi, Filippo Ganna della Ineos Grenadiers ha dominato la gara, lasciandosi alle spalle il detentore della maglia rosa Tadej Pogacar. Visibilmente commosso dopo l’arrivo, Ganna ha dichiarato ai microfoni Rai: “Non è mai facile vincere, ma riesci a trovare dentro le energie quando le cose non vanno bene. Pogacar è un grande campione e io ho lavorato duro per batterlo questa settimana.”

Un percorso impegnativo

La cronometro da Castiglione delle Stiviere a Desenzano del Garda ha presentato un tracciato ondulato che ha messo alla prova i ciclisti. Dopo la partenza da Castiglione, i partecipanti hanno attraversato il tratto virgiliano fino a Pozzolengo prima di entrare in territorio bresciano. Questo segmento includeva i Colli Storici, una zona strategica che potrebbe aver influenzato notevolmente l’esito della corsa.

Il calore dei tifosi

Lungo il percorso si sono radunate numerose persone per sostenere i loro beniamini. Tra questi spettatori c’era anche Gianni Rinetti, un ciclista di 78 anni che ha attraversato in bici i territori bresciani dalla Valcamonica fino a Desenzano per assistere all’evento. Inoltre, Antonello Masini, zio dell’olimpionico Marcell Jacobs e appassionato di ciclismo, era presente tra la folla per godersi lo spettacolo.

La carovana del Giro

L’inizio della cronometro è stato fissato alle 13:20 a Castiglione delle Stiviere con gli ultimi corridori previsti in partenza intorno alle 16:00. Questa tappa rappresentava la seconda cronometro individuale nel programma del Giro d’Italia numero 107 ed è avvenuta una settimana dopo quella tra Foligno e Perugia vinta da Tadej Pogacar.

Preparativi e strategie

I corridori hanno dovuto affrontare diverse sfide tecniche lungo il percorso ondulato tra Mantova e Brescia. La scelta dei rapporti sulle biciclette si è rivelata cruciale nei vari tratti della gara. Nonostante le polemiche iniziali riguardanti l’organizzazione dell’evento a Pozzolengo, tutto si è risolto positivamente con la località pronta ad accogliere gli atleti.

English Version

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version