Home Attualità Desenzano, guerra ai fraccasoni

Desenzano, guerra ai fraccasoni

Come preannunciato, il sindaco di Desenzano intende compiere un giro di vite sull’attività di quei locali notturni che provocano disturbo e fonti di rumore. Ieri mattina, una seconda ordinanza, dopo quella emessa nei confronti dei gestori della tensostruttura della Spiaggia d’Oro, è stata notificata al titolare di un bar di Rivoltella, con la quale gli è stato imposto di aprire i battenti alle 8, anziché alle 5. A indurre al pugno duro il sindaco Fiorenzo Pienazza, un’infinità di rapporti e segnalazioni di Carabinieri e Polizia oltre ad esposti di cittadini che, come si legge nella stessa ordinanza pubblicata ieri, venivano disturbati dal momento dell’apertura del bar a causa degli schiamazzi e del continuo andirivieni dei giovani usciti da poco dalle discoteche della zona. Esposti erano stati inviati anche dai titolari di esercizi pubblici ed attività vicini a quella del locale i quali si erano lamentati per «la sporcizia provocata dai clienti del bar, tale da rappresentare un vero e proprio degrado». Inoltre, secondo i rapporti di Polizia e Carabinieri, negli ultimi tempi sono stati operati «numerosi arresti per spaccio e possesso di droga» e ripetuti interventi in seguito alle telefonate di inquilini di un residence disturbati dal fracasso dei giovani. Poi, il 22 giugno la goccia che ha fatto traboccare il vaso, o meglio, che ha spazientito gli amministratori comunali. Durante l’ennesimo sopralluogo, i Vigili Urbani accertavano «alle 7.30 del mattino un gran numero di avventori che consumavano all’esterno del locale, dando origine a schiamazzi ed altri che dormivano appoggiati ai muri e alle autovetture posteggiate». Responsabilità ovviamente da non poter imputare direttamente ai gestori, ma in un qualche modo da ritenere causa di tutta questa incresciosa situazione che ha innescato le violente polemiche degli abitanti della zona. Di qui la decisione presa dal sindaco Pienazza di firmare un’ordinanza con «il divieto di somministrare alimenti e bevande tipo b) (alcoliche, ecc.) e di posticipare, nei giorni di giovedì, sabato e domenica, l’apertura del pubblico locale alle ore 8».

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version