Home Attualità Gli alunni scelgono la tecnologia

Gli alunni scelgono la tecnologia

Con la cerimonia di premiazione nel piazzale del Castello di Polpenazze, si è conclusa la 15ª edizione del «Premio Valtenesi – narrativa per ragazzi». A fare gli onori di casa l’assessore alla Cultura del comune gardesano, Mariarosa Avanzini, e il presidente della biblioteca di Polpenazze, Arsenio Palamone. Presenti inoltre il presidente del sistema bibliotecario della Valtenesi, Manuela Vezzola, e Anna Pillarella, in rappresentanza della commissione cultura del Comune. Al concorso partecipavano 14 libri di narrativa per ragazzi scritti da autori italiani. La giuria era composto dagli alunni delle scuole medie di Calvagese, Manerba, Padenghe, San Felice e Villanuova sul Clisi, che hanno decretato il vincitore in «Cara C@rla tua Daian@», edito dalla Piemme, scritto da Anna Lavatelli e Anna Vivarelli. Due autrici di successo, che alle spalle hanno ormai una vasta produzione di libri per bambini e ragazzi, ma che in questa occasione si sono cimentate in un’esperienza nuova, complice la posta elettronica. Al secondo posto si è classificato il libro: «Gli elefanti hanno sete» di Mariella Ottimo e Silvio Conte, edito da Paravia Bruno Mondadori. Gli autori sono due insegnanti di scuola media che da anni scrivono per ragazzi, proponendo trame avvincenti, arricchite da simpatici personaggi, spesso con tinte di giallo e di mistero. Gli autori, nel ringraziare i ragazzi della giuria, hanno ribadito la loro convinzione che tutti i temi possono essere trattati in un libro per ragazzi, purché si tenga conto dell’età dei lettori. Per questo, pur trattando un tema scottante come quello dei bambini schiavi nel mondo, Ottimo e Conte hanno voluto inserire il lieto fine, l’amicizia tra due ragazzi, Leo e Ahmed, diversi per cultura e religione. Terzo posto per un giallo umoristico «Philip Gratin e la bocca della verità», edito da Lapis Editrice e scritto da un autore di Brescia, Renzo Mosca. Il libro narra una delle avventure di Philip Gratin , detto Pg, il più grande ladro di opere d’arte del mondo. Gratin in realtà è animato dall’amore per l’arte, in quanto ruba solo capolavori che sono stati trafugati dai musei e li porta nelle loro sedi. Renzo Mosca ha firmato altre avventure di Philip Gratin, ognuna ambientata in una grande capitale europea. Altre avventure sono state scritte da Claudio Comini e Orazio Minneci, bibliotecari bresciani. Dopo gli autori sono stati premiati i 9 ragazzi scelti tra i 120 che, oltre a partecipare al concorso come giurati, si sono trasformati in scrittori. Oggetto dei loro lavori sono stati i libri letti, con la possibilità di tre percorsi di scrittura: la lettera all’autore, il percorso più gettonato; l’intervista al protagonista del libro, l’invenzione di un finale diverso. Sono stati premiati: Elena Pedrotti, Anna Rodella, Francesco Ziglioli, Federica Ariassi, Daniele Luzzari, Ramona Venturelli, Sara Mioli, Giulia Bertini, Vittoria Venturi. Un riconoscimento speciale per l’impegno nella partecipazione al concorso è stato attribuito alla classe 1ª G della scuola media di San Felice.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version