Home Attualità “Il Samaritano di Lazise” entro il 31 ottobre

“Il Samaritano di Lazise” entro il 31 ottobre

ph ldp

Sesta edizione del premio ” Il Samaritano di Lazise” promossa dal gruppo comunale dell’Aido “Simone Gelmetti” teso a riconoscere persone che in silenzio si dedicano ad iniziative di solidarietà verso gli altri. Le segnalazioni devono pervenire al Consiglio Direttivo dell’AIDO lacisiense entro e non oltre il 31 ottobre presso la sede di Viale Roma 3 oppure attraverso la mail: Lazise@aido.it

L’obiettivo del premio è offrire ai giovani, e non solo, un nuovo punto di vista da cui guardare il mondo, diverso da quello ormai standardizzato dei mezzi di comunicazione di massa.

“Alle immagini che raccontano la violenza, la prevaricazione, il bullismo, la droga, gli omicidi, vogliamo contrapporre la solidarietà, la vicinanza, il senso civico, l’aiuto al prossimo – spiega il presidente  Sergio Ferraro – ed è proprio per queste considerazioni che abbiamo istituito il premio. Un segno tangibile, una distinzione, un plauso pubblico a chi nella vita si avvicina agli ultimi. Oggi più che mai a chi è in difficoltà, scappa dalla guerra, cerca rifugio e un minimo di sopravvivenza per se e per i propri figli. Diffondere quindi un messaggio di solidarietà e senso civico verso i meno fortunati.”

Il premio non consta in elargizioni di denaro ma in un  attestato in pergamena che verrà consegnato in una serata pubblica in prossimità delle festività natalizie, alla presenze delle autorità cittadine.

“Abbiamo coinvolto – sottolinea ancora Ferraro –  sia le istituzioni locali che le parrocchie, le associazioni di volontariato, gli insegnanti delle scuole, le assistenti sociali ed i medici del territorio proprio per ” scovare” il soggetto o i soggetti che più meritano la nostra considerazione.”

In passato hanno ricevuto il premio:  Vincenzina Perinelli, Paolo Bozzini, gli autisti della San Martino in Calle, Rodolfo Callegaro e Renzo Tosato.

Sergio Bazerla

Nessun Tag Trovato

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version