Home Manifestazioni Avvenimenti Il Solferino d’oro al Papa

Il Solferino d’oro al Papa

Le celebrazioni per il 144º anniversario della battaglia e la consegna del Solferino d’Oro sono stati i due momenti centrali della giornata di ieri. Autorità civili, militari e religiose hanno presenziato alle cerimonie per ricordare gli scontri del 1859, che causarono migliaia di feriti, ma che contribuirono all’Unità d’Italia. Numerose le autorità presenti tra cui il viceprefetto Milito, il presidente della Società Solferino e San Martino Fondrieschi, molti sindaci.Con loro tantissimi esponenti della Croce Rossa si sono riuniti per un anniversario importante.Il sindaco, Luigi Lonardi, ha letto i messaggi inviati dal presidente della Regione Lombardia, Formigoni, del Consiglio, Silvio Berlusconi, e, con commozione, il saluto partecipato del presidente Ciampi. Lonardi ha ricordato la nascita dell’associazione ‘1859 – I luoghi della storia’, di cui fanno parte Solferino, Magenta, Montebello e Palestro, tutti teatri di battaglie risorgimentali, allo scopo di tramandare la memoria di avvenimenti fondamentali per la nascita della patria.Prima dei discorsi commemorativi, era stata celebrata una messa in suffragio dei militari di Italia, Francia, Austria e Ungheria. Ha chiuso le celebrazioni la deposizione della corona d’alloro al monumento dei caduti, con la banda di Magenta. Alle 16.30 al Memoriale della Croce Rossa, il sindaco e la giunta hanno conferito la medaglia ‘Solferino d’Oro’ a Giovanni Paolo II, consegnandola nelle mani del vescovo di Mantova. L’onorificenza civica, istituita l’anno scorso, viene tributata a personalità che abbiano connotato la propria azione con la finalità di salvaguardare la dignità umana. Monsignor Caporello ha ringraziato l’amministrazione solferinese, ricordando la visita in terra mantovana del Santo Padre nel 1991.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version