Home Cultura Arte Meccaniche della Meraviglia: Arte Contemporanea tra Città e Lago di Garda

Meccaniche della Meraviglia: Arte Contemporanea tra Città e Lago di Garda

La diciottesima edizione di “Meccaniche della Meraviglia” ha preso il via sabato 25 maggio, presentando una serie di mostre monografiche d’arte contemporanea curate da Albano Morandi. La rassegna coinvolge artisti internazionali le cui opere sono esposte in prestigiosi spazi architettonici e naturalistici nella provincia di Brescia e lungo il Lago di Garda, fino a settembre.

Questa edizione include sei mostre personali che mettono in luce grandi nomi dell’arte italiana. Tra gli artisti partecipanti troviamo Antonio Violetta con le sue sculture esposte a Palazzo Averoldi a Brescia, Giuliana Cunéaz con un progetto digitale interattivo al Museo di Scienze Naturali sempre a Brescia, e il collettivo The Bounty KillArt al MO.CA – Centro per le Nuove Culture. Inoltre, Fabio Racheli presenta una monumentale installazione vegetale nel Parco del Castello di Moniga del Garda, Michele Zaza espone alla Fondazione Vittorio Leonesio a Puegnago del Garda e Marco Pellizzola alla Chiesa del Cimitero storico di San Felice del Benaco.

Storia e Obiettivi della Rassegna

Nata nel 2003, “Meccaniche della Meraviglia” è riconosciuta come una delle più stabili iniziative dedicate alle arti visive contemporanee nella zona di Brescia. Il progetto si distingue per l’intento di mettere in relazione le opere degli artisti con i luoghi fisici che le ospitano, creando un dialogo tra storia, poesia e arte.

Albano Morandi descrive così la sua visione: “La mia attività registica utilizza gli artisti e i luoghi per farli interagire. Non scelgo gli artisti basandomi sui miei gusti personali ma pensando alla tipologia d’intervento che può essere realizzata in quello specifico luogo”.

Mostre Inaugurali

Giuliana Cunéaz al Museo di Scienze Naturali

Giuliana Cunéaz presenta un progetto site-specific con realtà aumentata sviluppato da Gotham Studio – Digital agency. La mostra è curata da Ilaria Bignotti, Melania Massaro e Camilla Remondina ed è visitabile dal 25 maggio al 7 settembre 2024.

Michele Zaza alla Fondazione Vittorio Leonesio

Michele Zaza espone due installazioni site-specific intitolate “Cielo zero”, che includono sculture in legno e ritratti fotografici caratteristici del suo stile. La mostra è curata da Flaminio Gualdoni e sarà aperta dal 26 maggio al 3 novembre 2024.

Marco Pellizzola alla Chiesa del Cimitero storico

Marco Pellizzola esplora temi celesti con l’installazione “Il peso delle stelle”. Curata da Mariacristina Maccarinelli, la mostra sarà accessibile dal 26 maggio al 28 luglio 2024.

Progetti Espositivi

The Bounty KillArt al MO.CA

Le eleganti sculture del collettivo torinese The Bounty KillArt saranno esposte nelle sale affrescate del MO.CA dal 15 giugno al 28 luglio 2024. Curata da Allegra Ravizza e Beatrice Zanello, questa mostra offre una parodia raffinata della nostra epoca attraverso l’iconografia classica reinterpretata in chiave moderna.

Antonio Violetta a Palazzo Averoldi

Antonio Violetta conduce gli spettatori attraverso un viaggio nei suoi cicli scultorei nelle sale cinquecentesche di Palazzo Averoldi. Curata da Elena Scuri, la mostra sarà aperta dal 15 giugno al 28 luglio 2024.

Fabio Racheli nel Parco del Castello

Fabio Racheli presenta “Entr’acte”, una grande installazione naturale temporanea nel Parco del Castello di Moniga del Garda. L’opera invita i visitatori a riscoprire gesti antichi attraverso piccole sculture naturali disposte lungo il percorso espositivo. Curata da Ilaria Bignotti e Camilla Remondina, la mostra sarà visitabile dal 16 giugno al 31 agosto 2024.

La rassegna Meccaniche della Meraviglia continua ad arricchire il panorama culturale locale grazie alla sua capacità unica di intrecciare arte contemporanea con contesti storici e naturalistici suggestivi.

English Version

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version