Home Manifestazioni Avvenimenti Montichiari, rotta sull’Atlantico

Montichiari, rotta sull’Atlantico

«La nuova stagione». È la scritta del grande cartello alle spalle del tavolo presidenziale, sopra la sala imbarchi dell’aeroporto «D’Annunzio» di Montichiari, dove si è svolta la conferenza stampa con cui sono state presentate le novità dello scalo. Uno slogan più che mai d’attualità dopo l’incredibile odissea – peraltro dovuta nè ai responsabili dell’aeroporto nè ai tour operator – dei passeggeri dei voli da e per Lampedusa e Pantelleria. A questo proposito Tourgest e Nexum, i tour operator specializzati nei collegamenti con Lampedusa e Pantelleria, lasciano Pan Air, la compagnia colpevole dei disagi dei giorni scorsi e che peraltro ieri ha sospeso i voli di linea e i charter per le isole minori. D’ora in poi si affideranno alla bresciana Club Air, che ha avuto una parte rilevante nel risolvere l’incredibile situazione verificatasi lo scorso week end. Ma a Montichiari è tempo di novità. Prime fra tutte il raddoppio della rotta giornaliera Brescia-Londra con Ryanair, che a partire da domani aggiungerà il volo di mezzogiorno a quello delle 10 di sera, operativo da sei mesi: «Questo è il segno della fedeltà dimostrataci dai passeggeri dello scalo bresciano – hanno detto Paul Fotzsimmons e Peter Sherrard, responsabile della comunicazione e direttore commerciale della compagnia aerea irlandese -: i viaggiatori vengono premiati con uno sconto di 10 euro per chi prenota via internet entro la mezzanotte del primo maggio». Ma le novità di questa «nuova stagione» continuano anche per quanto riguarda i voli charter per le località di vacanza e per l’organizzazione dell’aeroporto per quanto concerne i suoi obbiettivi di trasporto merci. «Abbiamo perfezionato un’intesa con il Gruppo Ventaglio, di cui fanno parte il tour operator leader nazionale nel segmento dei villaggi vacanze e le compagnie aeree Lauda Air e Livingstone – ha sottolineato il cavalier Ugo Gussalli Beretta, presidente del D’Annunzio -. Nel periodo maggio-ottobre da Montichiari decolleranno 84 voli per le isole greche di Mikonos e Santorini e per la località egiziana di Sharm El Sheik sul Mar Rosso e dell’isola atlantica di Capo Verde, con un traffico passeggeri stimato di oltre 17 mila persone». Luciano Di Fazio, presidente di Lauda Air e consigliere di amministrazione del Gruppo Ventaglio, ha aggiunto che «l’intesa comprende l’intero sistema aeroportuale del Garda, di cui fanno parte sia Verona-Villafranca che Brescia-Montichiari e prevede una collaborazione strategica a largo raggio: dal marketing alla comunicazione, dalle pubbliche relazioni alla vendita al dettaglio. Dai due scali quest’estate partiranno ben 160 voli». Entro fine anno queste nuove rotte porteranno a quota 350.000 i passeggeri in transito al D’Annunzio, con un incremento di circa il 17 per cento rispetto al 2002. La Gandalf Airlines continuerà con i suoi 4 voli giornalieri su Roma Fiumicino e sta meditando di fare di Montichiari la base della sua flotta. Per quanto riguarda le strutture aeroportuali è stato annunciato che entro il prossimo inverno saranno completati i lavori di costruzione del nuovo «Cargo building» da 80 mila tonnellate. La spesa: 3 milioni di euro. Entro il 2005 il D’Annunzio otterrà l’omologazione nella categoria III (con un esborso di 3,3 milioni di euro), che consentirà di utilizzare lo scalo anche in condizione di bassa visibilità, fino a 75 metri. Soddisfatto dei risultati raggiunti il presidente della Catullo spa, Fulvio Cavalleri, che detiene l’85 per cento delle azioni nella D’Annunzio spa. «Abbiamo vinto una sfida che 4 anni fa sembrava impossibile: ringrazio tutti gli enti, i soci e le istituzioni che hanno fortemente voluto questo progresso e le compagnie aeree, prime fra tutte la Ryanair, che hanno creduto nel nostro progetto». Cavalleri ha ricordato il lavoro per avere la concessione aeroportuale per 40 anni: «Anche Verona e Brescia sono in lizza». Alberto Cavalli, presidente della Provincia di Brescia (che condivide con la Camera di Commercio il 15 per cento della D’Annunzio), ha assicurato che lo scalo «raggiungerà il mezzo milione di passeggeri entro il 2006». Durante la conferenza nessun accenno ai gravi ritardi subiti nello scorso week end dai passeggeri sulla rotta Montichiari-Pantelleria-Lampedusa e viceversa. Il passato è passato. Ormai per il D’Annunzio si è aperta una «nuova stagione».

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version