Home Manifestazioni Avvenimenti Ordinanza del sindaco

Ordinanza del sindaco

L’ordinanza del sindaco per limitare l’uso dell’acqua potabile non è molto rispettata e i consumi sono in incremento. Questo comportamento potrebbe causare non poche difficoltà agli impianti di sollevamento e pompaggio ubicati sul territorio comunale con la stagione calda e il grande afflusso turistico. L’ordinanza del sindaco fa specifico divieto all’utilizzo dell’acqua per innaffiare i giardini e per la pulizia di strade o piazze, dalle ore 7 alle ore 23. È invece consentita dalle 23 alle 7 del mattino. Agli inadempienti verrà comminata una sanzione amministrativa di lire 300 mila lire. Il forte inurbamento, soprattutto nella zona di Colà e di Barun, Casara, Mata, ha costretto l’amministrazione comunale a realizzare nuovi pozzi e nuova rete idrica per soddisfare le esigenze idriche. «Ci deve essere una educazione anche nella utilizzazione dell’acqua», afferma Fabio Marinoni, assessore alla frazione di Pacengo «perché oggi più che mai è un bene prezioso. L’uso indiscriminato, non per scopi umani, porta ad un grave depauperamento delle falde, soprattutto in estate quando la popolazione si decuplica rispetto all’inverno, e quindi ci troviamo di fronte a carenze impreviste e che creano proteste e mugugni da parte della gente. L’ordinanza è stata emanata proprio per tutelare i consumi ma anche e soprattutto per fornire un servizio adeguato e continuativo ai cittadini ed ai turisti». I controlli dei vigili urbani e dei carabinieri sono già iniziati.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version