Home Attualità Un’alleanza per il Baldo

Un’alleanza per il Baldo

Sulla rampa di lancio «Conoscere il Baldo». L’ambizioso progetto che punta alla promozione turistica integrata dell’intera area montebaldina, è stato tenuto a battesimo, nella mattinata di ieri, da sindaci e rappresentanti degli enti locali con i due consorzi di promozione «Brentonico Vacanze» e «Lago di Garda è». È stato Enrico Merenda, direttore del consorzio benacense, a esporre agli amministratori pubblici della dozzina di Comuni interessati gli obiettivi di questo tentativo di promozione congiunta tra enti di un’area ben definita, ma separati da confini amministrativi provinciali. «Esperienza limitata quest’anno, visti i tempi ormai ristretti, – ha precisato Merenda – al periodo da metà giugno a settembre. Ma una volta avviata e rodata la macchina, il periodo di intervento sarà allargato da maggio a ottobre». Sei mesi di attività in sinergia per promuovere eventi di significativa valenza di una zona, come quella montebaldina, di notevole richiamo per un turismo familiare e tranquillo. «Concentrandosi su manifestazioni che diano messaggi precisi con il territorio – ha evidenziato Roberta Mamboni, assessore al Turismo del Comune di Avio – e uscendo dal concetto dei numeri per puntare sulla qualità». L’obiettivo è arrivare nel giro di qualche anno a far leva su una manciata di grandi eventi, con richiami ben precisi al territorio, in grado di polarizzare l’attenzione dei media a livello nazionale. In quest’ottica, tra i primi indirizzi, il progetto del Parco culturale del Baldo con una serie di percorsi a tema, ma anche una mostra interdisciplinare (proposta da Gaetano Greco, l’animatore di due splendide edizioni di Baldofestival) allargata, con richiamo ai segni, tuttora visibili, nell’economia agricola e nelle arti decorative, trasmessi dalla Serenissima su tutto il territorio del Baldo. Tutto questo senza trascurare manifestazioni che già hanno una loro storia come la Fiera montebaldina di Caprino, che ha superato lo scorso anno il traguardo delle 250 edizioni, la Traversata podistica Brentonico-Caprino, fiore all’occhiello del gruppo alpini dei due Comuni, oppure l’inaugurazione – il 20 giugno – a Ferrara del primo sentiero per disabili in montagna. Il budget previsto per questa prima edizione di «Conoscere il Baldo» è di 36.100 euro, suddiviso proporzionalmente al numero dei Comuni interessati: 15.000 euro la parte trentina, 21.100 euro quella veronese. Costi che saranno sopportati da enti sovracomunali: Comunità del Baldo Apt trentina, Consorzio Lago di Garda, Camera di Commercio e Provincia di Verona, Impianti funiviari di Malcesine.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version