Home Attualità Al museo della cartai tesori dell’Oriente

Al museo della cartai tesori dell’Oriente

0

Prima arriveranno i libri del Cinquecento, poi i coreani. Il «Centro di eccellenza» di , all'interno della Valle della cartiere, ha definito il programma 2008. Venerdì, alle 21, l'antipasto con una rappresentazione del Teatro stabile di innovazione del Friuli: «L'arte e la maniera di abbordare il proprio capoufficio per chiedergli un aumento» di Georges Perec.Ma è sabato 1° marzo che il riaprirà per riprendere l'attività con la mostra dedicata ai Paganini: Paganino il papà e Alessandro il figlio.«Proporremo un centinaio di loro libri, stampati sul lago agli inizi del Cinquecento – annuncia il sindaco Paolo Elena -. Sono stati messi a disposizione da un bibliografo, l'avvocato Pietro Lorenzotti, dalla Queriniana di Brescia, e da altri collezionisti privati. In collaborazione con l' Cattolica di Brescia e il Centro di ricerca europeo libro editoria biblioteche (Creleb) terremo tre conferenze dedicate ai volumi antichi: il primo marzo con Edoardo Barbieri, il 26 aprile con Angela Nuovo e il 10 maggio con Ennio Sandal».Ma la grossa novità è rappresentata dallo sbarco della Corea del Sud. Tempo fa Sung Jun Kim, un tenore che a luglio canterà a Roma nella festa organizzata per l'anniversario della morte di Luciano Pavarotti, è arrivato a Toscolano Maderno, ha visitato la valle e, in qualità di rappresentante del «Cheongju early printing museum», un museo della stampa coreano, ha proposto una collaborazione nell'ambito degli scambi culturali con l'Italia. Così dai primi di luglio i coreani allestiranno un'esposizione originale, che rimarrà aperta un anno intero. In una sezione mostreranno le fibre principali adoperate in passato per fare la polpa di carta in estremo Oriente. In un altro spazio saranno posti i pannelli didattici con le foto e la riproduzione di stampe per spiegare le varie fasi della lavorazione in Oriente.Non mancheranno i libri, a cominciare dalle copie anastatiche del Jikji, il più antico testo stampato con caratteri mobili di metallo. Il 5 luglio un esperto del Cheongju Museum terrà una conferenza.Nei giorni successivi si svolgeranno corsi pratici di addestramento sulle modalità di lavorazione della carta di un tempo.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version