martedì, Aprile 23, 2024
HomeAttualitàArti e vecchi mestieri in mostra
Donare Avis ha organizzato un’esposizione itinerante che durerà fino a ottobre. Molte le foto in bianco e nero che ricordano la vita di un tempo

Arti e vecchi mestieri in mostra

È stato inaugurato nella sede delle associazioni, in piazza Vittorio Emanuele II, alla presenza di moltissimi donatori di sangue, delle rappresentanze provinciali e sezionali dei donatori, nonchè delle autorità locali, il sesto concorso fotografico «Luigi Barbieri e Giorgio Pellati». Il tema di questa importante mostra fotografica, che negli anni ha assunto importanza e lustro davvero significativi, è «Arte e vecchi mestieri del nostro territorio» e le foto messe in mostra sono davvero tante e belle. Foto in bianco e nero e a colori che ritraggono arti e mestieri ormai in disuso o addirittura scomparsi: le immagini riportano a momenti di vita quotidiana che le nuove generazioni non hanno mai vissuto. È stata infatti riscoperta l’operosità, l’impegno, la dedizione, l’ingegno di tanta gente comune, di lavoratori, di professionisti, di artigiani e commercianti che hanno veramente «ricostruito» i nostri paesi e le nostre comunità dall’infausto evento della guerra, riportando benessere e progresso per tutti. La mostra di Donare Avis sarà itinerante. Toccherà diversi paesi per almeno due giorni, prevalentemente nel fine settimana, per consentire al maggior numero di turisti di poterla visitare e gustare. È già stata a Torri del Benaco, il 16 e 17 sarà a Cavaion Veronese, il 23 e 24 a Garda, il 30 e 31 a Caprino Veronese. L’1 e 2 agosto ancora a Caprino Veronee (nell’occasione della Fiera Montebaldina), dal 6 al 10 a Pescantina, in occasione della Fiera si San Lorenzo, il 13 e 14 ad Affi, dal 25 al 29 a Costermano. Dal 3 al 4 settembre sarà poi a Bardolino, dal 10 all’11 a Vigasio, il 17 e 18 a Settimo di Pescantina, dal 23 al 25 a Balconi, l’8 e 9 ottobre a Piovezzano e infine dal 29 al 30 ottobre a San Zeno di Montagna per la Sagra dei Marroni. Nel corso dell’inaugurazione della manifestazione, il presidente di Donare Avis, Gianni Faccioli, ha voluto consegnare a Giacomo Parolini la Croce d’Oro per il consistente numero di donazioni effettuate. Parolini è socio fondatore dell’Avis di Lazise, è donatore emerito ed è tuttora componente del consiglio direttivo sezionale. È presente da 40 anni all’Avis con il suo impegno di donatore ma è uno dei più importanti e impegnati collaboratori della sezione nell’attività specifica del sodalizio. Per tutte queste importanti motivazioni l’’mministrazione comunale ha voluto consegnargli, nel quarantennale di fondazione dell’Avis un particolare riconoscimento con la seguente motivazione: «La comunità di Lazise a Giacomo Parolini, socio fondatore e donatore emerito dell’Avis di Lazise, quale segno di riconoscenza per lo spirito di solidarietà umana, civile, sociale, dimostrato con le numerose donazioni di sangue e per la costante, preziosa collaborazione alle attività dell’associazione». «Parolini è per l’Avis e per la nostra comunità un vero pilastro», ha sottolineato il sindaco Renzo Franceschini, «e da 40 anni lavora e vive per il sostegno agli altri. Questo riconoscimento è più che meritato».

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video