Home Attualità C’è ottimismo nel 2009per il turismo sul Garda

C’è ottimismo nel 2009per il turismo sul Garda

0

La partenza della prossima stagione, per il turismo del territorio attorno al Benaco nel 2009, è già avviata all'insegna dell'ottimismo.Marco Girardi, direttore del Consorzio «Riviera dei Limoni», che raccoglie centinaia di associati sull'alto Garda ed in Valtenesi, ha già messo in archivio, con molti segnali positivi, le fiere turistiche di Utrecht e di Stoccarda, mentre nel mirino compaiono già gli appuntamenti di Dublino, Zurigo e soprattutto Monaco di Baviera; piazza importantissima quest'ultima per il Garda, che sulla clientela tedesca fonda da anni la fortuna del proprio turismo.PER LA VERITÀ, spiega Girardi, «da qualche tempo possiamo fare conto su un mercato scandinavo in espansione ed anche sull'afflusso di turisti provenienti da Paesi dell'Est dell'Europa, oltre che dei turisti provenienti da Olanda e Belgio».Qualche difficoltà, invece, potrebbe quest'anno emergere per gli ospiti inglesi (la sterlina ultimamente si è svalutata del 30 per cento sull'euro) e quelli statunitensi, che potrebbero optare per mete più vicine a loro e con pagamento in dollari, una moneta ormai piuttosto deprezzata rispetto all'euro.ALLA FIERA di Stoccarda, «alla quale abbiamo partecipato con un importante sostegno da parte di Bresciaturism – ricorda Girardi – abbiamo avuto la soddisfazione di una forte quantità di richieste del nostro nuovo depliant con allegato un dettagliato prezzario. Ne abbiamo esauriti 60 scatoloni per un totale di oltre 5.000 esemplari. E un'altra novità emerge dallo stesso catalogo, che contiene anche i nomi di strutture ricettive della Valtenesi, che sono entrate a fare parte del Consorzio presieduto dal limonese ».GIRARDI specifica che, stando a questi due primi appuntamenti, il mercato tedesco sembra puntare soprattutto su un paio di settori gardesani: lo sport e la gastronomia.In questo secondo caso, inoltre, al Consorzio della «Riviera dei Limoni» stanno ipotizzando un altro catalogo, che riporti ulteriori indicazioni su ristoranti e trattorie benacensi, con la precauzione di ricordare che gli stranieri «gradiscono proposte gastronomiche regionali e locali, rifuggendo, almeno per le vacanze, la cucina internazionale».Quanto alla durata delle ferie, il 2009 sembra andare (per i turisti tedeschi) nella direzione dell'uso della propria automobile, visti i prezzi del gasolio ormai attestati ben al di sotto dell'euro e quelli della benzina sulla stessa linea.Meno marcato l'uso dell'aereo, per via di tanti voli turistici spostati su Malpensa, giudicata troppo scomoda. Di conseguenza, anche la durata della vacanza va nella direzione di periodi brevi (3 o 4 giorni), fatta eccezione per chi sceglie case o campeggi, con soggiorni più lunghi. Quasi del tutto dimenticate le vacanze di un paio di settimane.Le altre fiere cui parteciperà la «Riviera dei Limoni» saranno quelle di Roma, Vienna, Copenhagen, Madrid, Bruxelles e Goteborg, in Svezia.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version