martedì, Aprile 23, 2024
HomeAttualitàÈ la protesta del consorzio Carg
La passeggiata a lago spaventa gli alberghi. «Così si viola la privacy dei clienti e si rovina il paesaggio»

È la protesta del consorzio Carg

Gli albergatori di Gardone Riviera esprimono preoccupazioni per il futuro dell’economia turistica della «perla storica» del Garda. Gli interrogativi derivano dalla decisione dell’amministrazione municipale di dare il via ai lavori per la realizzazione di una passeggiata a lago di 120 metri: il primo lotto, di cui abbiamo già avuto modo di parlare, riguarda il tratto di costa della frazione di Fasano, a cui, in prospettiva, dovrebbero seguirne altri. Si arriverà fino al Grand Hotel?Un progetto che, secondo gli albergatori riuniti nel consorzio denominato Carg, rischia di compromettere in maniera pesante la tradizionale attività di ricettività turistica del paese, in particolare quella degli alberghi e degli hotel sulla costiera. Il percorso pedonale infatti, realizzato su pilastri posizionati direttamente nel lago, passerebbe praticamente a ridosso dei giardini e dei parchi privati dei numerosi alberghi storici di Gardone compromettendo così la privacy e la sicurezza degli ospiti di queste strutture, apprezzate anche e soprattutto per il livello di intimità e riservatezza da sempre garantito alla clientela.Con il primo lotto il problema comincerà a toccare due di queste strutture: l’hotel Bellariva, dove è in corso un progetto di ristrutturazione per portare la classificazione da 2 stelle a 4 stelle lusso, e il Riccio. Ma se la giunta comunale deciderà di proseguire, tutti gli altri complessi (villa Paradiso, Grand Hotel Fasano, Villa Maria Elisabetta, Villa Capri, Villa Fiordaliso, Maison du Relax, hotel Montebaldo & Villa Acquarone, Grand Hotel Gardone) saranno progressivamente coinvolti.«Non è tutto – sostengono gli operatori – La passeggiata avrebbe ripercussioni ambientali non trascurabili, stravolgendo il tradizionale skyline che da oltre un secolo ormai caratterizza la costa della cittadina. Va infatti ricordato che nel panorama dei comuni rivieraschi della riviera bresciana, Gardone Riviera si distingue proprio per la sua concentrazione di strutture ricettive a bordo lago, derivante da un’impostazione che trova le sue radici nella fine dell’800, quando qui si posero le basi per il lancio del turismo gardesano. Oggi il comparto rappresenta la voce primaria e fondamentale dell’economia locale, e ad esso è legato un indotto importante che coinvolge anche numerose attività terziarie ed artigianali. Gli alberghi a bordo lago, in molti casi dei veri monumenti della storia gardesana, rappresentano in particolare il 50% circa del totale dell’offerta ricettiva del paese. Il tutto mentre il Comune di Toscolano ha in cantiere una passeggiata di ben cinque chilometri, che arriverà proprio al porto di Fasano, in questo caso senza ripercussioni negative ma, al contrario, incentivando il turismo».

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video