Home Attualità Grande aeroporto, ecco il piano

Grande aeroporto, ecco il piano

0

Un grande scalo aeroportuale da sei milioni e mezzo di passeggeri e un nuovo terminal. Tanti arriverà a contarne nel 2024 l'aeroporto di Villafranca, secondo il piano di sviluppo della società , esposto ai consiglieri della commissione Affari generali della Provincia. L'espansione avverrà nella “Margherita nord”, l'area di 56 ettari che si estende di fronte all'attuale aerostazione, dall'altra parte della pista. Ma non bisognerà attendere tanto tempo prima di incominciare a vedere le fasi di crescita del Catullo. Una serie di interventi sono previsti a breve tempo. Tra le opere che verranno realizzate a partire dai prossimi mesi, ci sarà la ristrutturazione dell'area dei chek-in nel terminal partenze, per otto milioni di euro. Il 28 ottobre saranno consegnati i lavori alla ditta che ha vinto l'appalto. Si svolgeranno in due stralci, il primo dei quali durerà circa sei mesi. L'anno prossimo verrà anche sopraelevato il primo piano del terminal, con la creazione di una parte ad uffici ed un altra riservata a negozi ed altro. L'intervento costerà tre milioni e mezzo di euro.Sempre nel 2009, sarà rifatta la pista di rullaggio, per una spesa di cinque milioni e mezzo. Poi si passerà al piazzale di sosta degli aerei, che verrà ampliato con una spesa 23 milioni di euro. Fuori, è prevista la costruzione di un parcheggio multipiano per 1.200 auto e costerà 15 milioni di euro. Il cantiere rimarrà aperto quattro anni. La società ha intenzione di riservare la vecchia aerostazione ai voli a basso costo, mentre la nuova sarà destinata a quelli di classe business. L'espansione a nord risponderà anche a un'esigenza di tipo tecnico. Oggi, per raggiungere la pista di rullaggio, gli aerei devono attraversare quella di decollo. Per ottimizzare i tempi, dati gli incrementi di voli previsti, il piazzale della “Margherita nord” permetterà agli aerei di accedere direttamente alla pista di decollo. Entro il 2014 saranno realizzati i primi posteggi per gli aerei nella nuova area. Tra il 2014 al 2024 sarà realizzato il terminal. Nei vent'anni successivi l'area sarà completata con le infrastrutture di servizio. Le previsioni dovranno ovviamente fare i conti con le prospettive di mercato attuale, alla luce dei rincari dei costi del carburante e delle difficoltà economiche che stanno attraversando parecchie compagnie aeree a livello mondiale. E anche tenere conto del contesto fortemente urbanizzato in cui si inserisce lo scalo, che sorge nei Comuni di Villafranca e Sommacampagna.L'aeroporto villafranchese ha conosciuto, dal 1996 ad oggi, una crescita costante di passeggeri. Dodici anni fa sfioravano il milione e 250 mila, l'anno scorso erano tre milioni e mezzo, con un incremento del 17 per cento rispetto al 2006. Degli oltre 31 mila atterraggi e decolli registrati l'anno scorso, il 63 per cento era di voli di linea, il 37 per cento costituito da charter.Nel piano presentato alla Provincia, la crescita di passeggeri e di traffico aereo avrà tassi di incremento costanti e notevoli. Si prevede il superamento dei quattro milioni di passeggeri tra il 2009 e il 2010, dei cinque milioni nel 2014 fino ad arrivare, nel 2024, ai sei milioni e mezzo. Per questo, secondo la società, lo sviluppo infrastrutturale «dovrà essere immediatamente attivato con attuazione delle due fasi di realizzazione per il 2008 e il 2018».

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version