giovedì, Aprile 25, 2024
HomeAttualitàIn Valtenesi fra storia e arte
Presentata una pubblicazione promossa dalla Federazione delle associazioni. Da Lonato a Puegnago, quattro itinerari nell’entroterra

In Valtenesi fra storia e arte

Per la collana degli itinerari gardesani promossa dalla Federazione delle Associazioni gardesane Cultura-Ambiente e da «La buona terra» che raccoglie gli agricoltori biologici, è uscito in questi giorni il volume dedicato alla Valtenesi. Il coordinamento e il progetto grafico è stato curato da Renato Laffranchini, i disegni da Francesca Baronio, i testi da Giampietro Brogiolo, Sergio Boem, Monica Ibsen e altri ancora. Ha dato la propria collaborazione l’Associazione Lacus di Lonato. Il tutto è stato possibile realizzarlo grazie al contributo della Direzione Generale Agricoltura della Regione. La Valtenesi viene offerta in visione a turisti e non attraverso quattro diversi percorsi che abbracciano i luoghi più belli, il fascino dei castelli e delle chiese. Le 24 pagine che compongono il «pocket» si completano con la cartina generale degli itinerari, delle cantine e di alcune aziende agricole biologiche. Con il primo itinerario la guida ci prende per mano e ci porta per il centro storico di Lonato (dal Duomo al castello, dalla casa del podestà alla chiesa della Beata Vergine del Corlo, dal santuario di San Martino fino alla Pieve di San Zeno) che è stato inserito in questa raccolta seppur non strettamente legato alla Valtenesi. Più articolato il secondo itinerario che da Maguzzano attraverso la chiesa di San Emiliano, l’abitato di Padenghe ci conduce a Moniga. Visite quindi al castello di Padenghe, alla chiesa parrocchiale di Santa Maria, a quella di Moniga considerata tra le più antiche della valtenesi. Con il terzo itinerario ci spostiamo a Soiano fino alla conca morenica del lago Lucone e al piccolo borgo di Castelletto (Polpenazze). Particolarmente significativa la vegetazione spontanea che sopravvive oggi lungo i sentieri della località Lucone. Una natura esaltante come le orchidee che si trovano facilmente nelle calde primavere gardesane. L’ultimo itinerario comprende San Quirico, Sovenigo, Puegnago e l’antico borgo di Monte Acuto con la sua originale torre colombaia e la cappella dedicata a San Gaetano da Thiene. La guida è anche particolarmente ricca di fotografie, di piantine dei castelli di cui la Valtenesi, nel suo pigro degradare a lago, è particolarmente ricca. Chi fosse interessato all’acquisto del volume deve rivolgersi direttamente alla sede della Federazione delle Associazioni a Padenghe sul Garda in via Verdi 19, all’Associazione lombarda degli agricoltori biologici «La buona terra» a Sedena di Lonato in via Schia 21 e all’Associazione Lacus, sempre a Lonato, in via Cerebotani 6.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video