giovedì, Luglio 25, 2024
HomeManifestazioniAvvenimentiIncontro con l’esperto
I figli cambiano e lo psicoterapeuta spiega ai genitori come comportarsi

Incontro con l’esperto

Non è facile oggi fare il «mestiere» del genitore e detto da uno psicoterapeuta ha certamente un valore e uno spessore di riguardo. Lo ha chiaramente ribadito nella sua relazione ai genitori delle scuole medie di Lazise e Bardolino il professor Giovanni D’Agostini, medico e dirigente del dipartimento di psichiatria dell’ospedale di Bussolengo e della Asl 22. Oggi i genitori sono padri e madri di un figlio che cambia soprattutto nell’adolescenza, periodo della vita che sta sempre più dilatandosi. Oggi i ragazzi vivono l’età adolescenziale anche fino ai 20 anni, ed è più che mai indispensabile affrontare bene i problemi dell’adolescenza in quanto il ragazzo potrà viverla bene solamente se ha ben trascorso il periodo dell’infanzia. È un dato incontrovertibile ed una equazione ormai sperimentata con dati certi e precisi. Nell’età adolescenziale i figli tendono a sfuggire sempre di più ed è proprio in questo periodo che i figli mettono in moto lo scontro con i propri genitori. Nonostante tutto però i genitori rimangono un punto di riferimento anche quando i figli contrastano la famiglia ed i suoi diversi componenti. Anche il corpo si trasforma, ha precisato D’Agostini, e diventa disarmonico, c’è una crescita mentale e un’apertura del ragazzo a nuovi sistemi di ragionamento, si ragiona quindi per ipotesi. Il ragazzo ha una crescita psicologia ed inizia ad avere coscienza del dolore, della gioia, riflette sul senso della vita, prova il senso di responsabilità e di colpa. Cambia l’emotività e si caratterizza con alternanza di comportamenti e di atteggiamenti. Ha quindi bisogno di coerenza fra ciò che si dice e ciò che si fa. Sono quindi indispensabili l’esempio e la coerenza di gesti e di iniziative che il genitore compie all’interno della famiglia e della società. Spesso la fretta che i genitori hanno «addosso» nel vivere il quotidiano irrita il figlio, il quale non ne capisce il senso ed ha una diversa percezione dello scorrere del tempo. Per i ragazzi avere a disposizione un pomeriggio di libertà, equivale non a due o tre ore ma una intera giornata. Le vacanze di Natale sono per loro, ad esempio, un tempo lunghissimo, quasi non registrabile nella memoria e nel calendario. Quindi l’adolescenza è il tormentato periodo della vita durante il quale, usciti dalla rassicurante protezione della famiglia, dobbiamo combattere contro tutto e tutti per conquistare il nostro ruolo da adulti. Per i ragazzi e le ragazze le spiegazioni psicologiche dei tanti perchè di questa età forniscono una chance in più per superare meglio un periodo difficile. Questi ultimi concetti sono molto ben esplicitati nel libro «Psicologia dell’adolescenza» che il professor D’Agostini ha recentemente pubblicato presso la Giunti Industrie Grafiche di Prato e che racchiude in sè il modo migliore per arrivare alle soglie dell’adolescenza. Sergio Bazerla

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video