Home Cultura La biblioteca diventa multimediale

La biblioteca diventa multimediale

0

La comunale di Padenghe sul Garda cambia sede, si sposta solo di poche centinaia di metri ma con un look tutto rinnovato e al passo con i tempi. «Sarà un centro culturale all'avanguardia», precisa la responsabile Federica Zanoni che gestisce la biblioteca in collaborazione con Camilla Carini e Francesca Fabbro, tirocinante all' di Verona. L'obiettivo principale del progetto di ristrutturazione dell'ex asilo Zinelli-Perdoni nella frazione Villa in via Roma, ribadisce la Zanoni, oltre a mantenere gli elementi architettonici della struttura e lo spazio verde, è quello di creare un ambiente adatto alla lettura e alla consultazione: oltre ai 10.856 libri, a cui vanno aggiunti altri 800 volumi acquistati ogni anno, troveranno posto anche una mediateca e un centro di formazione. Relax e cultura è il binomio con cui sono stati pensati i cambiamenti per la nuova sede in cui l'atmosfera accogliente permetterà a tutti di coniugare voglia di cultura con la necessità di socializzare. Al piano terreno sono previsti: sala accettazione prestiti e uno spazio per i corsi, guardaroba, archivio, sala di cosultazione testi in sede (enciclopedie, tesi ecc.), uffici per centro di formazione e uno spazio per riviste, quotidiani e relax. Al primo piano vi è una luminosa e ampia , una sala libri per ragazzi, una sala libri per adulti e una sala per bambini in età pre-scolare, tutte adeguatamente attrezzate con scaffali, tavoli, sedie e diverse altezze e dimensioni, riferite alle fasce di età. Al secondo piano la sala conferenze con relativo archivio, la mediateca con postazioni pc e stampanti e la sala per attività multimediali. Sarà possibile studiare, leggere, o semplicemente fare due chiacchiere nel giardino, all'ombra degli ippocastani, infatti, sarà debitamente attrezzato ed arredato lo spazio verde all'ingresso della nuova sede. Il nuovo centro potrà quindi portare avanti in modo più efficace il lavoro già molto attivo. Lo scorso anno sono stati effettuati quasi 5.000 prestiti, dice la Zanoni, e vi sono iscritti 1.187 utenti, che durante l'anno sono già stati 723. In sede vi sono riviste consultabili quali: Art Dossier, Archeologia viva, Starbene, Touring, ecc., è attivo il servizio internet nelle postazioni degli utenti ed è possibile usufruire del prestito interbibliotecario per i libri non disponibili in sede. L'edificio, la cui ristrutturazione costerà al Comune circa 500 mila euro e dovrebbe terminare fra due mesi, risulta presente al catasto storico del 1850 con forma a L di un corpo di fabbrica principale e corpi secondari lungo via Roma, e si affaccia su un ampio giardino rettangolare di circa tremila metri quadri. Il complesso confina con la chiesa di S. Maria della Neve. La struttura è stata sede dell'asilo infantile «Zinelli -Perdoni», istituito con regio decreto nel settembre 1900. Possiede ampi spazi di parcheggio ed è collegata al centro storico mediante il vicolo dietro al complesso località Filza.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version