martedì, Aprile 23, 2024
HomeAttualitàLa Notte Santa celebratanel cantiere del «Laudato sì»
Per il 25 dicembre oltre trecentocinquanta persone sono arrivate a Rivoltella

La Notte Santa celebratanel cantiere del «Laudato sì»

Il giorno di Natale oltre 350 persone sono arrivate a Rivoltella del Garda per partecipare alla celebrazione religiosa nell’edificio dell’ospedale «Laudato sì», la struttura per malati gravi che sta sorgendo ad opera dell’omonima fondazione.La messa di Natale è stata celebrata da don Pierino Ferrari, anima ispiratrice degli Amici di Raphael e delle Sentinelle del Laudato sì. La celebrazione è stata preceduta da un corteo di fanciulli in processione, che hanno deposto ai piedi dell’altare la statua del Bambin Gesù e la Luce del Laudato sì, attinta dalla stessa fiamma che ardeva nella cappella di un edificio preesistente, già seminario dei Francescani conventuali a Rivoltella di Desenzano, ora conservata nella Comunità socio-sanitaria Hebron di Brescia.L’omelia di don Pierino Ferrari ha ricordato infatti l’origine del fabbricato «costruito sulle macerie di un edificio onorato, benedetto dall’allora cardinale patriarca di Venezia Angelo Roncalli, che sarebbe diventato Papa Giovanni XXIII, ispiratore del Concilio Vaticano II».La presenza del cantiere dell’ospedale in costruzione, l’aspetto stesso del salone in cui si è celebrata la messa di Natale, con le finestre chiuse da serramenti di fortuna e la conseguente temperatura rigida, ha ispirato ai presenti la circostanza che anche il Salvatore del mondo è nato in una fredda grotta, adagiato dai genitori su una semplice mangiatoia.Don Ferrari ha collegato idealmente la data del 23 settembre 2006, in cui si è posata la prima pietra dell’edificio, con il Natale 2008 e il 23 settembre 2011, data per la quale è prevista l’inaugurazione del nuovo ospedale.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video