domenica, Luglio 21, 2024
HomeAttualitàLonato più sicura
Cresce la sicurezza a Lonato del Garda grazie all’acquisto di nuovi mezzi e apparecchiature all’avanguardia e al potenziamento della “squadra” di Polizia locale. In programma anche l’implementazione dell’apparato di videosorveglianza.

Lonato più sicura

 1 Il Comune di Lonato è impegnatissimo sul fronte della sicurezza. Per garantire più servizi  ai cittadini, durante la stagione estiva, la Polizia locale ha incrementato i controlli nei fine settimana, acquistato una strumentazione all’avanguardia e due nuovi motocicli (650 Suzuki). È in programma l’implementazione della videosorveglianza e, grazie alle apparecchiature fisse per il controllo della velocità, dal 2006 al 2008, il numero di morti su strada è sceso da 7 a 2 all’anno. La “squadra” della Municipale conta anche due nuovi agenti: uno assunto ad aprile e un secondo in servizio da inizio settembre.  VALIGETTA ANTICRIMINE PIÙ DUE MOTOCICLI È una sorta valigetta anticrimine la nuova dotazione della Polizia municipale: «Si tratta di un piccolo scanner collegato a un computer portatile, che permette agli agenti su strada di verificare immediatamente l’autenticità dei documenti italiani e stranieri: dalle carte d’identità alle patenti, ai permessi di soggiorno», spiega il comandante Francesco Biasetti. Grazie alla nuova strumentazione, attraverso un lettore ottico e un software speciale, basta inserire una patente o un passaporto di qualsiasi nazione del mondo, in pochi secondi, è possibile identificare la persona fermata e rilevarne i falsi. «Il computer – precisa il responsabile della Municipale – memorizza le informazioni creando una banca dati e consentendo la verbalizzazione informatica di eventuali violazioni. Il sistema è stato testato ed è pronto all’uso su strada».  Tutto questo, sottolinea Biasetti, «ci permette di dare più risalto e valore all’attività dei nostri agenti e di offrire più protezione e tranquillità alla popolazione di Lonato».  Inoltre, il Comune e la Polizia locale stanno portando avanti una serie di servizi mirati al controllo del territorio e alla prevenzione di disagi al patrimonio cittadino, con particolare attenzione per le aree residenziali, nei giorni del fine settimana e in concomitanza delle manifestazioni popolari.     VIDEOCAMERE IN EVOLUZIONE Sarà implementato anche l’apparato di videosorveglianza, che attualmente si compone di 14 videocamere posizionate nei punti più sensibili della città.  «La metà di queste postazioni – annuncia il comandante della Municipale – sta per essere trasformata dal sistema analogico a quello digitale, per un ovvio adeguamento ai tempi moderni. Mentre gli altri impianti saranno sottoposti ad aggiornamento e potenziamento, specialmente nei luoghi più frequentati come il parco Papa Giovanni XXIII e il centro storico». MENO MORTI SULLA STRADA L’introduzione delle apparecchiature fisse per il controllo della velocità ha drasticamente ridotto l’incidentalità a Lonato. Dati alla mano, il comandante della Polizia locale non ha dubbi: «Monitorando la velocità, la sicurezza è maggiore. In 11 mesi del 2006, ci sono stati 7 morti sulla strada e numerosi incidenti con feriti più o meno gravi: tutti per l’elevata velocità. Nel 2008, le persone decedute sono scese a due». Gli autovelox sono visibili e segnalati da appostiti cartelli stradali. E a chi accusa il Comune di aumentare così le proprie entrate, risponde il sindaco Mario Bocchio: «I dispositivi elettronici fanno il loro lavoro: prevenire le morti per incidenti. Il loro vero valore aggiunto sta nell’indurre la gente a essere più prudente e attenta quando è alla guida».   IN STRADA CON L’EDUCAZIONE Un progetto fondamentale, da alcuni anni proposto dal Comune e dalla Polizia municipale, riguarda gli incontri di educazione stradale con i ragazzi di IV e V elementare, per far conoscere e rispettare le regole e nozioni basilari del codice della strada.  Per i più grandi, invece, dopo l’introduzione dell’obbligo del “patentino” per i minori alla guida dei ciclomotori, sono stati organizzati sei corsi da 12 ore ciascuno, in collaborazioni con gli istituti scolastici superiori e il Comune. «La media dei ragazzi che passa l’esame – fa notare Biasetti – per il certificato di idoneità, a Lonato del Garda, è superiore all’80% e maggiore rispetto a quella provinciale che si attesta sul 50%».   

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video