Home Manifestazioni Avvenimenti Una montagna accessibile anche ai disabili

Una montagna accessibile anche ai disabili

0

L'impegno di festival, nell'anno europeo del disabile, è di sensibilizzare l'opinione pubblica su una forma di discriminazione sociale ancora molto diffusa. Nel corso degli ultimi anni, a seguito dei primi interventi ed esempi di eliminazione della barriere architettoniche, si è sviluppata una crescente attenzione nel rendere accessibili molte aree verdi. In questo contesto pertanto, Baldo festival propone la costruzione di un percorso sul monte Baldo: il tracciato scelto va dall'orto botanico di Novezzina fino a Fontana della Tesia e presenta condizioni che lo rendono accessibile ai disabili grazie a una serie di facilitazioni che permetteranno ai non vedenti e ai disabili motori di «godere» uno spettacolo suggestivo della natura. Il progetto sarà presentato domani in municipio a Ferrara alle 10.30, accompagnato dalla proposta di intitolare il percorso a Michele Dusi, il magistrato veronese recentemente scomparso, che ha condiviso fin da piccolo due grandi passioni: l'amore per la montagna e per la barca a vela. Privato dell'uso delle gambe a soli 22 anni a seguito di un incidente, Dusi non si è però rassegnato, sorretto da una prorompente vitalità ha trovato sfogo in un'instancabile attività di progettazione. Approdato in magistratura, come giudice penale al Tribunale di Verona si fa apprezzare, anche al di fuori dell'ambito giudiziario, per il suo impegno a favore dell'autonomia del disabile, fondando nel 1992 l'associazione «I Tetragonauti» e nel 2000 «Eros, la vela per tutti» con cui sperimenta personalmente un progetto di riabilitazione di disabili fisici attraverso la nautica a vela. Muore, dopo breve malattia, nel gennaio scorso all'età di 46 anni. Il carnet degli eventi proposto per questo fine settimana da Baldo festival vede questa sera l'intervento, a palazzo Carlotti alle 21, del geografo Eugenio Turri e presentazione del suo libro «Gli uomini delle tende», risultato di una ventennale attenzione ai popoli nomadi. Turri fa scoprire attraverso espressioni storiche, geografiche, antropologiche ed etnografiche del nomadismo il senso profondo della vita, un autentico rapporto con la natura. Tra gli altri appuntamenti di domani: l'inaugurazione della mostra d'arte ambientale «Sentieri dell'arte» alle 11 in località Corna della Paura a Brentonico; l'escursione guidata alla rocca e al forte Wohlgemuth, con partenza alle 14.30 da Rivoli e alla sera alle 21 alla «Fabbrica delle Idee» concerto «Dal Blues al Rock» con Ilaria e i Double Side. Zeppa di impegni la domenica di Baldo festival con la , lo sport, la musica e le escursioni. «Poesia in malga» propone un'escursione guidata e incontro con i poeti veronesi, trentini e mantovani a malga Colonei di Pesina (ore 11) e Cola Lunga (ore 13) con tipico pranzo baldense. Partenza da Palazzo Carlotti alle 9. Per lo sport gara di cicloturismo, deltaplano, parapendio; escursione guidata alla grotta Soala a Brenzone e visita alla contrada San Martino in collaborazione con l'associazione culturale «La città Nascosta». Alla «Fabbrica delle Idee»: nel pomeriggio seminario didattico aperto a tutti gli appassionati di musica e di strumenti a percussione; alla sera concerto ritmico, tra percussioni e sax alto con il trio Massimo Rubolotta.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version