Domani la suggestiva manifestazione che prevede anche un laboratorio per insegnare come costruirli. All’arrivo della funivia esperti faranno ammirare ingegnose figure frutto di studi, tecnica e fantasia

Aquiloni colorati in volo nel cielo del monte Baldo

12/07/2009 in Manifestazioni
Di Luca Delpozzo

A far volare aquiloni di varie dimensioni, tradizionali e avveniristici, tutti comunque frutto di particolari abilità costruttive abbinate a precise congnizion i tecniche, saranno gli appassionati dui una decina di gruppi: oltre ad Anemos, Alincielo di Verona, Ludokites di Chiari (Brescia), Atheste team di Este (Padova), Liberi di volare di Bovolone e Moglia Veneto (Treviso), Lupo volanti di San Martino di Lupari (Padova) Team Valentino di Osio sotto (Bergamo), Flying sheeps di Reggio Emilia.«Senza dubbio una giornata stimolante», precisa Giuseppe Venturini, presidente delle Funivie del Baldo che proprio oggi inaugurano la seggiovia Prà Alpesina «che viene riproposta dopo due anni, considerato il precedente successo, nell’intento di offrire al nostro pubblico non solo uno spettacolo di grande fascino ma anche un invito, soprattutto per i più piccoli, ad avvicinarsi ad uno sport sano, ecologico, a stretto contatto con la natura: e questi sono un po’ i motivi che spingono la funivia a far sì che il maggior numero di persone possa apprezzare la montagna nei suoi vari aspetti».Gli esperti appassionati daranno vita a una vero e proprio «villaggio degli aquiloni» dove ci sarà pure uno stand in cui verrà spiegato ai bambini come costruire e far volare un aquilone. E sarà lo stesso Pegorini, tra un volo e l’altro, ad illustrare le figure disegnate in cielo, le tecniche di costruzione, le notizie riguardanti la storia e le tradizioni legate agli aquiloni.Una vera e propria lezione all’aria aperta, che gli organizzatori si augurano non venga tradita proprio dall’…aria e possa contare su condizioni meteorologiche favorevoli.

Commenti

commenti